5g-rallentamento-sviluppo-huawei

Il 5G sarà la tecnologia che ci accompagnerà per i prossimi anni, ma la sua applicazione a livello globale sta venendo pesantemente rallentata. Questa situazione è uno degli effetti della guerra commerciale che sta avvenendo tra Stati Uniti e la Cina, ma anche, e soprattutto, per l’inserimento del colosso cinese Huawei in una lista nera da parte del governo statunitense. Tale scelta ha di fatto obbligato moltissime compagnie a smettere di commerciare con quest’ultima e tra queste ci sono ovviamente diverse società che operano nel mercato delle telecomunicazioni, in modo diretto e non.

Apparentemente molte di queste compagnie non si sono limitate a questo, ma hanno anche detto ai propri dipendenti, obbligato verosimilmente, di non parlare con i dipendenti di Huawei; tra queste abbiamo Intel, Qualcomm e LG Uplus. L’effetto di questo, come detto, è un rallentamento dello sviluppo della tecnologia in quanto le conoscenza non vengono diffuse; meno confronto equivale a meno innovazione.

Leggi anche:  3G disattivato e distrutto a causa della nuova rete 5G

 

Il rallentamento del 5G

Un rapporto pubblicato da Reuters ha confermato queste voci portando diverse fonti tra cui un dirigente di una compagnia che ha a che fare con questo tipo di infrastruttura in Europa. Secondo l’uomo tale situazione sta spingendo le compagnia a chiudere a riccio tenendo per sé le informazioni ostacolando in modo pesante un utilizzo più integrato della nuova generazione in fatto di reti mobili. Per quanto al momento diversi paesi, tra cui l’Italia, hanno già accesso i primi collegamenti portando quindi anche offerte e dispositivi con supporto al 5G, i l futuro è ancora lontano.