ipad-pro-usb-c-charging-2

Durante l’attesissimo WWDC 2019, Casa Cupertino ha finalmente annunciato il nuovo sistema dedicato ai suoi iPad e denominato iPadOS. Durante questi giorni, la versione beta di questo sistema è diventata un vero e proprio mistero da esplorare e da conoscere, finalmente, per la prima volta. Le prime impressioni? Finalmente Apple ha risolto vari problemi e il tutto, sebbene ancora in versione beta, sembra essere molto più scorrevole di prima.

iPadOS: ecco cosa cambia sui dispositivi

Grazie alle nuove funzionalità di iPadOS molti reclami, da sempre noti sui dispositivi, sono stati risolti. Per citarne qualcuno possiamo parlare del WiFi e delle impostazioni Bluetooth: grazie al nuovo sistema, è diventato possibile modificare direttamente le impostazioni di queste due funzioni attraverso appositi tasti collocati nel Control Center. In poche parole, con iPadOS vediamo le tanto attese azioni rapide fare la loro apparizione e e il 3D touch acquistare potere.

Anche il flusso di lavoro multitasking ha subito dei miglioramenti ed ora utilizzare lo schermo in versione condivisa è molto più funzionale. Le basi sono sempre le stesse: schermo condiviso e slideover, ma a queste due possibilità ora si aggiungono anche l’espansione delle app di scorrimento e la possibilità di navigazione in esse.

Unica nota dolente? Le nuove gestures introdotte da Apple sembrano essere un po’ ambigue. Grazie all’uso di tre dita ora è possibile compiere diverse operazioni, ma bisogna abituarsi al cambiamento: con un pizzico e un diffondi, ad esempio, sarà possibile copia e incollare del testo e così via.

E’ stato dichiarato che Casa Cupertino offrirà un tutorial onboarding rispetto a queste, ma per ora l’utente è lasciato completamente alla sperimentazione e alla scoperta delle getures autonomamente.