tim wind tre vodafone call center truffe frodi

Negli ultimi mesi sono essere contatti dai Call center, ormai, è all’ordine del giorno. Anche se, apparentemente, questi possono sembrare innocui, a volte dietro le voci squillanti di operatori e operatrici, si nasconde una fitta rete di truffe telefoniche che, ad oggi, rappresentano una vera minaccia per il nostro portafoglio.

E’ facile, infatti, sentir parlare di amici o conoscenti che sono stati truffati dai Call center dei principali operatori telefonici come Tim, Wind, Tre e Vodafone, e che, di conseguenza, sono stati obbligati a pagare bollette salatissime. In generale, però, le truffe dei Call center funzionano sempre allo stesso modo. Ecco di seguito, quindi, alcuni consigli da seguire.

Truffe telefoniche: ecco come difendersi dalle Call center

Il funzionamento delle truffe effettuate dagli operatori dei Call center è molto semplice e, nella maggior parte dei casi, sempre lo stesso. Questi ultimi, infatti, cercano di non farci capire nulla facendo giri di parole enormi e parlando in maniera veloce. Così facendo, quindi, riescono a farci capire solo quello che vogliono, nascondendo quindi il prezzo reale della tariffa.

Una delle truffe riscontrate maggiormente riguarda i Modem. Spesso infatti ci viene fatto credere che questi dispositivi di rete siano gratuiti ma, in realtà, a fine mese ci ritroviamo a pagarli in bollette salatissime.

Per evitare quindi di essere truffati, ecco di seguito alcuni consigli da seguire :

  • contattare personalmente i Call center ufficiali degli operatori oppure utilizzare le chat dedicate sui social;
  • consultare i siti web degli operatori come Tim, Wind, Tre e Vodafone per scoprire le tariffe originali;
  • buon senso, se l’offerta è troppo vantaggiosa, molto probabilmente potrebbe trattarsi di una truffa.

Attenzione però, è importante ricordare che le truffe non sono messe in atto dagli operatori telefonici stessi ma, bensì, dai dipendenti dei centralini telefonici.