Il presidente del sub-brand Honor di Huawei, George Zhao, ha affermato che la società lancerà un dispositivo 5G entro la fine dell’anno corrente. Zhao non ha rivelato nessun dettaglio, ma ha dichiarato che verranno impiegate tutte le risorse tecnologiche disponibili.

Ormai è noto che i problemi di Huawei non riguardano solo il settore degli smartphone. Infatti, la società è stata inserita nella lista nera dal governo degli Stati Uniti. Le tensioni ci sono da molto tempo tra Cina e Stati Uniti. Anche nel 2012, Huawei e la compagnia cinese ZTE erano state considerate una minaccia per la sicurezza dagli USA. Poco dopo, la società ha fatto di tutto per rimediare. C’è stato anche l’arresto del CEO di Huawei, Meng Wanzhou. Dunque, vedremo come si evolverà stavolta la situazione. In particolare, sarà interessante vedere se il sistema operativo di Huawei sarà pronto in tempo per il primo smartphone 5G di Honor.

Entro la fine del 2019 Honor lancerà un nuovo dispositivo economico che supporterà il 5G

A quanto pare, Huawei ha già iniziato a gettare le basi per sostituire Android con il proprio sistema operativo. Secondo l’esperto di tecnologia dell’informazione Wong Kam-fai, il sistema operativo proprietario di Huawei prenderà il controllo anche grazie al sostegno della popolazione locale. Poiché il sistema operativo della società sarà una piattaforma aperta, i tempi di adattamento saranno tuttavia lenti, almeno in Cina. Mentre, sarà completamente diverso al di fuori. In Cina, le app Android più popolari sono comunque vietate, ma i consumatori di altri paesi potrebbero essere meno disposti a provare alternative. Tra l’altro, il sistema operativo di Huawei dovrebbe essere simile ad Android, questo potrebbe facilitare la transizione.

Leggi anche:  5G: record mondiale di contratti per Nokia

Il mercato di riferimento di HONOR è costituito da consumatori giovani e attenti al budget. I telefoni del marchio offrono funzionalità di punta ad un costo inferiore. Ecco perché il primo smartphone 5G dell’azienda sarà più conveniente rispetto ad altri dispositivi 5G. Prima che gli Stati Uniti intervenissero, Huawei era sulla buona strada per diventare il più grande rivenditore di smartphone al mondo, con una crescita anno su anno intorno al 50% nell’ultimo trimestre, secondo le stime di varie società di analisi. Anche se i tempi sono difficili in questo momento, Zhao si aspetta ancora che Honor sarà tra i brand più noti anche in futuro.