Registrare una conversazione telefonica oggi è possibile, facile e veloce; ci sono innumerevoli motivi che spingono i consumatori a registrare una chiamata telefonica e fortunatamente adesso è fattibile senza incorrere in alcun tipo di reato.

Per rispettare la legge, il consumatore prima di registrare la conversazione telefonica deve avvisare l’interlocutore, che deve esprimere il suo consenso; una volta ricevuta l’autorizzazione, i consumatori possono adottare diversi metodi direttamente dal loro dispositivo mobile.

Ecco come registrare una chiamata con Tim, Wind, Vodafone o 3 Italia

I consumatori che devono registrare una chiamata telefonica possono affidarsi a diversi metodi, come per esempio, affidarsi ad un registratore esterno; fortunatamente, la tecnologia avanzata di oggi ci offre diverse soluzioni che si possono trovare direttamente dal proprio smartphone.

In commercio, sono disponibili diverse applicazioni che hanno questa funzione e alcune di loro sono a pagamento mentre altre sono completamente gratuite; l’app più utilizzata sia su dispositivi IOS che Android è CallRecorder: si tratta di un servizio completamente gratuito, facile da utilizzare ma soprattutto veloce. Gli utenti potranno registrare qualsiasi conversazione durante una chiamata in entrata o in uscita, ma prima l’app richiede alcune autorizzazioni come per esempio, l’accesso alla rubrica e ai contatti.

E’ possibile affidarsi ad una seconda valida opzione: Cube Call Recorder ACR; si tratta di un’applicazione un po’ diversa, con delle caratteristiche notevoli: permette agli utenti che la utilizzano di registrare qualsiasi tipo di chiamata che avviene su un’altra app; dunque, parliamo di chiamate che avvengono su Whatsapp, Telegram, Viber, Skype, Snapchat e così via.