4G bug sicurezza Iliad TIM Wind Tre Vodafone MVNO

Da anni, ormai, il 4G è lo standard di rete mobile più utilizzato dagli utenti di tutto il mondo. Ogni giorno, infatti, miliardi di consumatori si connettono a internet attraverso la rete 4G mondiale, sia da Smartphone che da Tablet, navigando sul web a velocità elevatissime. Secondo alcuni studi recenti, però, pare che il 4G non sia più sicuro e tutti i suoi utenti, ad oggi, stanno rischiando grosso connettendosi ad esso. In Italia, infatti, milioni di clienti Tim, Wind, Tre, Vodafone e Iliad, rischiano ogni giorno di essere spiati da un momento all’altro.

Apparentemente potrebbe sembrare una Fake News ma, particolarmente in questo caso, il pericolo esiste e la falla all’interno del 4G è reale. A confermarlo, infatti, ci sarebbero varie testimonianze di attacchi Hacker avvenuti con successo nelle ultime settimane. Scopriamo di seguito, quindi, cosa stiamo rischiando.

Leggi anche:  3 Italia stupisce i clienti: questo servizio diventa è gratis

Falla 4G: utenti Tim, Wind, Tre, Vodafone e Iliad in pericolo

La falla è stata scoperta recentemente ed è stata scovata grazie ai molteplici test di sicurezza portati a termine dalle rinomate università Ruhr-Universität Bochume New York University Abu Dhabi. A quanto pare, il bug presente nel 4G sarebbe più pericoloso del previsto poiché è esteso a ben 3 protocolli diversi e, attualmente, pare non essere riparabile.

Attraverso la falla scoperta, quindi, Hacker esperti potrebbero provare a lanciare sui nostri Smartphone i seguenti attacchi informatici:

  • rilevazione della posizione del gps;
  • ascolto delle chiamate;
  • trafugamento di dati personali;
  • invio di falsi allarmi;
  • furto di identità.

Essendo un errore non riparabile, molto probabilmente, per tornare in sicurezza, dovremmo aspettare l’arrivo del 5G.