controlli-fisco

L’Italia è forse il paese con più evasione fiscale, ma a breve le cose dovrebbero cambiare. Sono infatti nell’aria nuovi controlli del Fisco, molto più selettivi e rigidi. Saranno predisposti su tutti i conti correnti, anche quelli Unicredit, Sanpaolo e BNL. L’Agenzia delle Entrate e il suo redditometro stanno facendo tremare i contribuenti.

Tutti gli evasori ormai non potranno più dormire sonni tranquilli. Il Decreto Dignità fornisce all’Agenzia i poteri necessari per operare i controlli ai cittadini. Qualora vengano a verificarsi alcuni requisiti, si entrerà infatti nella lista nera.

Controlli del Fisco: a rischio i conti correnti Unicredit e SanPaolo e BNL

Come vi abbiamo anticipato poco sopra, l’Agenzia delle Entrate ha ora la possibilità di controllare ogni cittadino. Con l’uso del redditometro si confronterà la dichiarazione dei redditi con le spese sostenute. Qualora vengano scovate delle incongruenze, si procederà con i controlli. L’analisi della proporzione suddetta, permetterà al Fisco di scoprire fonti di reddito non dichiarate.

Leggi anche:  Fisco: la Superanagrafe controllerà i conti di Unicredit, BNL e SanPaolo

Il tenore di vita del contribuente sarà ora messo sotto stretto controllo. Qualora dovesse superare di oltre il 20% il reddito dichiarato, verranno richieste prove documentali sugli acquisti effettuati. È importante puntualizzare che l’Agenzia delle Entrate controllerà il tenore di vita di tutto il nucleo familiare e non del singolo contribuente.

Il potente algoritmo analizzerà le spese importanti, ad esempio un’autovettura o un immobile. Anche chi è solito lasciare depositi bancari importanti potrebbe essere oggetto di un controllo. L’Agenzia potrebbe infatti sospettare una fonte di reddito non dichiarata.

A far scattare il redditometro ci sono inoltre anche tipi di acquisti differenti: spese per la casa virgola animali domestici, viaggi, salute e acquisti tecnologici.