truffa diamanti intesa sanpaolo unicredit BPMGli istituti italiani Sanpaolo e Unicredit sono state recentemente coinvolte in una nuova truffa bancaria che ha realizzato un bottino complessivo da 700 milioni di euro. Ne abbiamo sentito parlare addirittura ai telegiornali e ormai sono parecchi mesi che le indagini sono in corso. Gli investigatori della Guardia di Finanza indagano a fondo per accertare le dinamiche di un malaffare che vede in primo piano la supervalutazione dei diamanti.

Responsabili dell’evento sono state IDB (Intermarket Diamond Business) e DPI (Diamond Private Investment). Le due società hanno dichiarato fallimento ma gli inquirenti proseguono serratamente negli accertamenti fiscali che hanno rivelato risvolti poco positivi. I correntisti aspettano ancora un resoconto e, in particolare, una data certa per la riscossione dei rimborsi che non arrivano.

 

Truffa dei diamanti: ultime info

La truffa dei diamanti risale ormai a qualche mese fa, quando un rapporto aveva rivelato alcune anomalie fiscali nei rapporti sul valore delle pietre preziose. Nell’occasione i media avevano condensato l’attenzione sulle due intermediarie romane e milanesi, che dopo le indagini hanno definitivamente chiuso battenti.

A nulla sono valsi gli appelli iniziali del programma TV Report, che aveva ammonito l’affare come losco e poco trasparente. Ciò che è certo è che a Sanpaolo, Unicredit e BPM viene imputato il reato di responsabilità amministrativa. Pertanto dovranno risarcire tutti i loro clienti che hanno precedentemente investito nell’affare. Tra questi anche eminenti personalità del mondo della TV, della moda e dello spettacolo.

Al momento le tempistiche per la restituzione dei soldi non sono state ancora definite. Si attende un riscontro da parte degli inquirenti, mentre sul fronte fiscale sono stati adibiti nuovi strumenti per la lotta all’evasione ed il controllo del rapporto entrate/uscite sui conti correnti. Sotto questo aspetto molte cose stanno per cambiare per tutti. Potete seguirci sul nostro sito ed attraverso i nostri canali per rimanere aggiornati circa i prossimi cambiamenti.