Quando si riceve una chiamata dagli operatori telefonici non sempre riceviamo una proposta commerciale, ma possiamo subire una vera e propria truffa telefonica.

Spesso l’interlocutore della chiamata non è un professionista, bensì un malintenzionato pronto a colpire un’altra vittima. Per questo motivo che al giorno d’oggi la maggior parte dei clienti risulta essere particolarmente diffidente nei confronti dei call center.

Ormai è diventato un fenomeno virale che quotidianamente riesce a colpire un numero elevato di utenti. Per evitare di essere le prossime vittime, vi consigliamo di leggere il proseguo dell’articolo.

Attenzione a come rispondere

Per entrare in confidenza con il cliente contattato, l’operatore call center inizia le chiamate con qualche domanda che all’apparenza possono sembrare banali. Le domande che generalmente vengono esposte riguardano la conferma del proprio nome e cognome, oppure la conferma dell’attuale operatore telefonico.

Leggi anche:  Call Center: nuove truffe colpiscono gli utenti Tim, Wind, Tre e Vodafone

Come detto possono sembrare delle domande semplici ma in realtà rappresentano il punto di forza di questi malintenzionati. Qualora i clienti dovessero rispondere ‘Si’ alle domande dell’operatore call center, possono cadere nella trappola. Coloro che si trovano dall’altra parte del telefono, registrano tutte le risposte del cliente e successivamente riescono ad effettuare una nuova attivazione telefonica. In poche parole, la vittima si ritroverà un nuovo abbonamento telefonico mai richiesto.

Ma le truffe non finiscono qui, infatti alcuni clienti risultano essere vittime anche dei bunner pubblicitari presenti sul web. Cliccandoci per sbaglio sopra, gli utenti vengono reindirizzati ad un’altra pagina che consentirà l’attivazione di un nuovo servizio a pagamento, come ad esempio giochi, oroscopi, meteo o news.