Huawei OSHuawei ha tagliato i rapporti con il colosso Google dopo gli screzi delle ultime settimane. La casa cinese risponde a Mountain View presentando una valida alternativa Android più moderna e decisamente più scattante sul piano delle performance generali. In rete spuntano i primi riferimenti ad un OS proprietario per il quale manca ormai solo l’annuncio ufficiale. Oggi affrontiamo questo nuovo argomento prendendo spunto dalle indiscrezioni che circolano online.

 

Huawei OS vs Android OS: non c’è sfida, la Cina ha già vinto

Dopo il ban Google nei confronti del supporto ai dispositivi Android il clima è mutato radicalmente. Ci si trova nelle condizioni di porsi parecchi interrogativi in merito al futuro dei dispositivi mobili. Chi ha uno smartphone Huwaei si troverà spiazzato di fronte all’impossibilità di scaricare ed usare le app del Play Store? Quali saranno le conseguenze per chi ha acquistato un nuovo e costoso dispositivo? La risposta arriva direttamente dal web, dove circolano i primi rumor sul nuovo sistema operativo, il cui debutto è stato anticipato al prossimo autunno.

Leggi anche:  Vodafone: Xiaomi Mi 9 Lite acquistabile a rate con un'offerta SUPER

Non si tratterà di un porting Android mal fatto ma piuttosto di un nuovo concept di software base che vedrà al centro di tutto un considerevole aumento delle prestazioni ed una grafica completamente ridisegnata a favore di un’usabilità user friendly.

Per il momento si parla di un prodotto finale in grado di affossare Android con un indice di prestazioni 60 volte superiore. Teniamo a precisare che i dati in nostro possesso non hanno carattere di ufficialità. Sono frutto di indiscrezioni di corridoio ancora da confermare in via del tutto ufficiale. Ciononostante è bene ricordare che lo sviluppatore lavora a questo progetto ormai da 7 anni e che verosimilmente si potrebbe essere in presenza di un OS già maturo.

Ci apprestiamo a toccare con mano i punti di forza e le debolezze di una piattaforma che mostrerà di avere i muscoli contro un sistema Android ancora troppo frammentato e per certi versi inadeguato. Seguiteci sul nostro sito per ulteriori aggiornamenti.