Ad un passo dal debutto mondiale delle reti di quinta generazione, le aziende produttrici hanno cominciato a presentare i primi dispositivi che supporteranno la nuova tecnologia e consentiranno, dunque, di sfruttare tutte le potenzialità del 5G.

Non solo smartphone: al Computex di quest’anno, una delle fiere più importanti del settore ICT, è stato presentato il primo portatile con sistema operativo Windows 10 in grado di collegarsi alle reti 5G.

5G, presentato il primo portatile in grado di collegarsi alle nuove reti

Di smartphone compatibili con il nuovo standard di connessione mobile, ne sono stati presentati già abbastanza: Samsung Galaxy Fold, Samsung Galaxy 10, Huawei Mate X, Oppo Reno 5G, LG V50 5G, Zte Axon 10 Pro 5G, Moto Z3… mentre lo Xiaomi Mi Mix 3 5G è stato il primo dispositivo a debuttare sul mercato italiano (lo scorso 23 Maggio).

Invece, quella presentata al Computex è stata una vera e propria novità. Il primo computer portatile con supporto alle reti 5G.

Leggi anche:  6G: Tim, Wind, Tre, Vodafone e addirittura Iliad pronte alla nuova rete

Il suo nome è Project Limitless ed è stato prodotto da Lenovo in collaborazione con Qualcomm. Si tratta di uno dei portatili della gamma Always On, Always Connected, linea di prodotti progettati per restare sempre connessi alla rete, sfruttando la connettività mobile, ma garantendo consumi ridotti.

Il portatile monta il SoC Qualcomm Snapdragon 8cx ed il modem X55 5G grazie al quale il dispositivo sarà in grado di collegarsi alle reti di quinta generazione. Il suo design ricorda molto quello dello Yoga C630, con cornici meno pronunciate ed un comparto hardware migliorato.

Project Limitless non è il nome dispositivo del portatile Lenovo, e non ne è stato ancora rivelato il prezzo di vendita, ma il suo debutto è previsto entro i primi mesi del 2020.