laptop-on-desk-virus-on-sale

Alcune delle più grandi opere d’arte del mondo sono conosciute per il loro passato elaborato o per la loro complessa storia. Non molti sono riconosciuti per la pericolosità che possiedono. ‘The Persistence of Chaos’ potrebbe essere un’eccezione.

Creato dall’artista internet Guo O Dong, questo pezzo d’arte è un normale laptop pieno di sei dei malware più pericolosi al mondo. È perfettamente sicuro, a patto che non ti colleghi al Wi-Fi o non colleghi una USB.

Il laptop si intitola ‘The Persistence of Chaos’

Parlando con The Verge, l’artista Guo O Dong afferma che l’intenzione dietro al laptop era di rendere fisiche le minacce astratte poste dal mondo digitale. “Abbiamo questa fantasia che le cose che accadono nei computer non possono realmente influenzarci, ma questo è assurdo”, dice Guo. “I virus armati che colpiscono le reti elettriche o l’infrastruttura pubblica possono causare danni diretti.”

I sei virus del laptop (un Samsung NC10-14GB da 10.2 pollici) sono stati scelti per l’entità del danno economico che hanno causato. Includono il virus ILOVEYOU, un bug del computer del 2000 che spesso appare come una “lettera d’amore” allegata alle e-mail; e WannaCry, un attacco di ransomware che ha spento i computer negli ospedali e nelle fabbriche di tutto il mondo nel 2017 e quali agenzie di intelligence hanno incolpato la Corea del Nord.

Leggi anche:  Hacker rubano dati personali dalle macchinette del caffè

Guo dice che WannaCry è l’esempio perfetto di come gli attacchi digitali hanno un danno fisico. “WannaCry … ha causato al [National’s Health Service] l’equivalente di $ 100 milioni di danni e ha portato alla cancellazione di decine di migliaia di appuntamenti medici”, dice. “Non è un salto dire che questo ha causato danni umani significativi, anche se potrebbe essere difficile individuare gli effetti esattamente al paziente.”

Questi sono lontani da preoccupazioni storiche – in questo momento, un attacco di ransomware sta devastando la città di Baltimora per esempio. In totale, Guo stima che i sei virus abbiano causato danni economici per $ 95 miliardi.