overwatch

Uno dei più grandi nomi dietro la Overwatch League sta lasciando l’impresa. Ieri sera Nate Nanzer, commissario della Overwatch League, ha annunciato che lascerà la Blizzard “per una nuova opportunità.ESPN ha confermato che Nanzer si unirà a Epic Games per supervisionare gli e-sport presso lo sviluppatore di Fortnite. Pete Vlastelica, CEO della divisione e-sport di Activision Blizzard, prenderà il posto del prossimo commissario OWL.

“Trovo troppo credito per il successo della Overwatch League”, ha scritto Nanzer su Twitter. “È stato fantastico, ma troppi sopravvalutano il mio ruolo nel rendere il campionato eccezionale. Non riguarda me, si tratta di tutti voi. Ecco perché sono fiducioso che il campionato sia in ottime mani. Non vedo l’ora di vedere le prossime edizioni nel 2020

 

 Sono fiducioso che il campionato sia in ottime mani

La Overwatch League è stata annunciata per la prima volta nel 2016, con una visione ambiziosa per un campionato di e-sport che imitava gli sport tradizionali, e partecipano squadre che vengono dalle principali città del mondo. Questo campo è riuscito ad attirare i proprietari di grandi nomi, e Nanzer è stata una delle forze trainanti, così come altre iniziative importanti della lega, comprese le modifiche programmate progettate per migliorare il benessere dei giocatori.

Il campionato è attualmente nel mezzo della sua seconda stagione, e si sta preparando a spostare le squadre in arene per la terza stagione. “Quasi tutto quello che pensiamo in ufficio in questi giorni è capire la complessità operativa di gestire un campionato home-and-away”, ha detto Nanzer a The Verge l’anno scorso.

Epic, nel frattempo, ha reso gli e-sport un punto focale per la continua crescita di Fortnite. Lo sviluppatore ha dedicato 100 milioni per questa competizione, che include  30 milioni di premi in denaro per le prossime finali della Coppa del Mondo di Fortnite a New York questa estate. Mentre recentemente, Epic ha acquisito Psyonix, ideatore del gioco di auto Rocket League, che ha già una solida scena competitiva, attirando squadre famose da sport tradizionali come il Paris Saint-Germain e l’FC Barcelona.