Le ferrovie dello stato cinesi non smettono di stupire nel campo dell’innovazione grazie allo sviluppo di un treno ad altissima velocità che sfrutta la levitazione magnetica. La China Railway Rolling Stock Corporation (CRRC) ha infatti annunciato la costruzione di un prototipo di Maglev (termine tecnico per indicare questo tipo di treni) in grado di raggiungere la velocità di punta di 600 Km/h. Il vettore entrerà in produzione entro il 2021.

Non è certo un primato nel mondo delle ferrovie cinesi né in quelle internazionali, poiché il Giappone è arrivato ben prima alla produzione dei Maglev in grado di raggiungere il muro dei 600 Km/h. Ma cinesi e nipponici sono in competizione per la produzione di treni con tecnologie ancora migliori, più potenti e meno energivore.

 

Tecnologia: in Cina arriva il primo treno con una velocità di 600 km/h

Sul mercato interno, il tracciato dell’attuale Maglev espresso di Changsha è molto corto e destinato ad una densità di passeggeri alta. Il nuovo treno cinese, invece, dovrebbe essere in grado di coprire la rotta tra Pechino e Shanghai in circa 3 ore e mezzo. In pratica diventa un vettore di mobilità che accorcia di un’ora la percorrenza della stessa tratta in aereo.

Il prototipo cinese fu presentato inizialmente nel 2015, proprio l’anno in cui il Giappone fece il record di velocità, ma sembrava che la CRRC non potesse portare a termine lo sviluppo a causa degli alti costi di produzione. Questa volta il governo cinese fa sul serio e  si avvarrà di tutti i migliori ritrovati tecnologici per stupire il mondo e i loro competitor nipponici.