Spotify è sicuramente tra i migliori servizi di musica in streaming, dotato di una libreria pressoché infinita di brani a cui accedere da un qualsiasi dispositivo, sia esso un computer, uno smartphone o un tablet.

Per poter accedere a funzionalità esclusive, quali lo streaming privo di interruzioni pubblicitarie, skip illimitati e accedere alla libreria da offline, quindi anche se non si dispone di una connessione ad Internet, è necessario acquistare il piano Premium il cui costo mensile è di 9,99 euro.

Grazie al piano Family, però, è possibile condividere l’abbonamento Spotify Premium con altri cinque parenti o familiari e risparmiare, così, sul totale della tariffa, pagando solamente 2,50 euro al mese.

Come condividere un abbonamento Spotify Premium Family

Spotify Premium for Family è un particolare piano tariffario pensato appositamente per la condivisione familiare: questo, infatti, al costo di 14,99 euro al mese, permette a sei utenti (5 membri della famiglia, a cui aggiungere il titolare dell’abbonamento) di accedere all’abbonamento Premium e sfruttarne tutte le funzionalità. Ogni utente avrà poi un proprio profilo personale con le proprie preferenze e le proprie playlist.

Leggi anche:  Netflix e Spotify: ecco come pagarli entrambi meno di 10 Euro al mese

Per utilizzare Spotify Premium for Family è necessario però che tutti i partecipanti facciano parte dello stesso nucleo domestico, o si rischia la sospensione del servizio, in qualsiasi momento e senza preavviso.

Una volta attivato l’abbonamento Spotify Premium Family, si può iniziare la procedura di condivisione con i membri della famiglia di cui ciascuno di essi disporrà di un proprio account. Non appena i membri saranno aggiunti, occorrerà inviare l’invito a questi ultimi che, una volta accettato, potranno finalmente iniziare ad utilizzare l’abbonamento pagando solamente 2,50 euro al mese.

Infine, ricordiamo che Spotify starebbe testando una nuova modalità di condivisione dell’abbonamento tra due utenti: Spotify Duo. Rimandiamo all’articolo dedicato per chi fosse interessato a scoprirne i dettagli (clicca qui)