bose-soundlink-google-assistant-feature-speaker

Bose ha annunciato che la sua attuale gamma di altoparlanti e soundbar riceverà il supporto per Google Assistant. I dispositivi hanno già ottenuto in precedenza il supporto per Amazon Alexa.

L’assistente vocale di Google verrà presentato a Bose Home Speaker 500, Bose Soundbar 500 e Bose Soundbar 700 da oggi tramite un aggiornamento automatico del software.

Bose si prepara a supportare Google Assistant

L’integrazione con Google Assistant significa che i proprietari di altoparlanti Bose saranno in grado di chiedere ai propri dispositivi di riprodurre canzoni, ma non solo. Potranno fornire loro il bollettino meteorologico e persino controllare dispositivi smart home compatibili che funzionano con Google Assistant.

Il concorrente di Bose, Sonos, ha anch’esso recentemente annunciato l’integrazione di Google Assistant per l’altoparlante Sonos One e la soundbar Sonos Beam. Sembra che l’integrazione dei diversi assistenti vocali stia diventando sempre più importante per i produttori di audio. Questo forse a causa dei clienti che desiderano flessibilità nei loro prodotti di casa intelligente.

Leggi anche:  Google Assistant, la nuova versione arriverà presto in altri tre Paesi

Questa non è l’unica cosa che Bose ha annunciato oggi; la compagnia audio ha anche rivelato che sta lanciando una versione più piccola di Bose Speaker 500. Arriverà nei prossimi due mesi. Lo speaker intelligente di dimensioni ridotte, chiamato Bose Speaker 300, dovrebbe ancora offrire il “potente basso e il vero suono a 360 gradi” del suo fratello maggiore.

A parte la mancanza di display, l’altoparlante Bose 300 sembra molto simile al suo predecessore. Supporterà il controllo vocale con Amazon Alexa e Google Assistant built-in. Bose Home Speaker 300 sarà disponibile negli Stati Uniti dal 20 giugno (con preordini a partire dal 4 giugno), per $ 259,95 – $ 140 in meno rispetto all’Home Speaker 500.

Questo funziona a circa £ 200 / AU $ 375 in base ai tassi di conversione attuali, tuttavia, Bose deve ancora confermare i prezzi e la disponibilità nel Regno Unito e in Australia.