E’ guerra aperta fra Sony e Samsung sul monopolio dei sensori per fotocamere.
Proprio in questi giorni però, l’azienda coreana ha presentato “ISOCELL brillante GW1“, il suo asso nella manica con cui è intenta a rubare il monopolio al Brand nipponico.
L’ISOCELL GW1 è infatti un sensore fotografico per smartphone da ben 64 megapixel ed è pronto per essere installato sui futuri device top di gamma.

Avendo a disposizione un numero così elevato di pixel, sicuramente si avrà una maggior risoluzione pur mantenendo pixel da 8 nanometri in grado di incanalare più luce. Ciò si traduce in scatti più luminosi di notte.

Con un uso standard, il nuovo sensore di casa Samsung apparentemente funzionerà come un classico “16 megapixel” unendo ben quattro pixel in uno per avere meno “rumore” e fotografie più nitide in condizioni di scarsa luminosità.

Quali sono i piani di Samsung per il futuro?

Ma non solo: il nuovo asso nella manica di Samsung è capace di sfruttare il pieno sensore, al contrario di quello precedente che non era in grado di farlo. Al momento infatti Samsung sta sviluppando anche uno con simili caratteristiche più piccolo del GW1, e avrà “soli” 48 megapixel.

Leggi anche:  Xiaomi Redmi Note 8 Pro in Italia ad un prezzo davvero incredibile

Bisognerà attendere la nuova contromossa da parte di Sony, anche se al momento pare che la casa produttrice del pluri-venduto S10+ sia nettamente in vantaggio.

La produzione inizierà nel secondo semestre del 2019 e l’azienda conta di vendere il suo sensore anche ad altri produttori, proprio come attualmente fa già Sony.
Le ultime indiscrezioni parlano del nuovo flagship Samsung, il Note 10 che verrà presentato ad Agosto, come il primo smartphone con questo sensore.
Non ci resta che attendere la presentazione del business-phone per vedere le peculiarità del nuovo GW1 di Samsung.