whatsapp festa della mamma

Questa domenica 12 maggio c’è la Festa della Mamma, e se non sapete come fare gli auguri alla vostra genitrice ecco i migliori messaggi da inviare su WhatsApp. Non importa che possiate trovarlo una cosa da adolescenti, questi esempi vi faranno comodo per scaldare il cuore della vostra mamma in un giorno così speciale.

 

Whatsapp e SMS: i migliori sono a volte semplici

  • Un mondo di baci per la mamma migliore del mondo
  • La Festa della Mamma dovrebbe essere ogni giorno
  • Tutti i miei pensieri vanno a te, mamma!
  • Come te, nessuna mai
  • Ti voglio bene mamma, non dimenticarlo mai
  • Mamma, tanti a auguri a te che sei un esempio costante

Festa della Mamma 2019: frasi celebri da canzoni

  • “E la fatica che hai dovuto fare, da un libro di odio ad insegnarmi l’amore. Hai smesso di sognare per farmi sognare. Le tue parole sono adesso una canzone” (Ermal Meta, Vietato Morire).
  • “Una mamma che scende le scale, chiude gli occhi e ci pensa, a che cosa non lo so, ma di sicuro una mamma ci pensa.” (Luca Carboni, La Mamma);
  • “Questa va per te che hai lottato per me. C’è chi ha due genitori, ma tu vali per tre. Per tutte le volte che ho perso la calma. Tu m’hai dato un’arma, e yo mamma” (Coez, E yo Mamma).
  • “Niente di nuovo man tranne l’affitto per me e non è per caso che vengo in ginocchio da te madre dolcissima carezzami la testa che vado nel vento, vago però!” (Zucchero, Madre dolcissima);
Leggi anche:  Whatsapp e Telegram non sono sicure: evitate di inserire il vostro numero

Festa della Mamma: aforismi letterari

  • “Se anche solo per un istante pensavo di essere strana, gli occhi di mia madre mi guardavano da sopra gli occhiali, e come due puntine da disegno mi fissavano saldamente al mio posto nel mondo.” (Banana Yoshimoto);
  • “Il cuore di una madre è un abisso in fondo al quale si trova sempre un perdono.” (Honoré de Balzac);
  • “Madri, siete voi che avete in mano la salvezza del mondo.” (Lev Tolsoj);
  • “Una madre non è uno dei più dolci spettacoli della vita?” (William M. Thackeray);
  • “Quel sorriso mi ha salvato da pianti e da dolori” (Salvatore Quasimodo);
  • “Mi strinsi al fianco della mamma…ed ancora sentii addosso i suoi bei capelli – come l’ala di un angelo – pensavo e fui davvero felice” (Charles Dickens).