volkswagen

La città di Zwickau, nella Germania orientale, ha profonde radici automobilistiche, e originariamente serviva come sede di Horch e poi di Audi, poi quelle società furono fuse e trasferite a Ingolstadt dopo la seconda guerra mondiale. In seguito divenne la sede della produzione di Trabant fino Volkswagen lo comprò nel 1990.

Molto presto, lo stabilimento VW di Zwickau non sarà solo una parte importante della storia automobilistica, ma farà ancora storia quando sarà completata la transizione per il primo impianto di produzione di veicoli completamente elettrici del Gruppo VW, secondo un comunicato rilasciato da Volkswagen giovedì.

Le parole del CEO di VW

“Sono fermamente convinto che la Germania, in quanto sede automobilistica, debba anche essere all’avanguardia nella mobilità elettrica, per questo stiamo deliberatamente convertendo l’impianto di Zwickau nel più grande ed efficiente sito di e-car in Europa“, ha affermato Herbert Diess , CEO del Gruppo Volkswagen. “È impressionante vedere quali sforzi sta compiendo il team per contribuire a realizzare questa trasformazione: Zwickau può diventare un modello da seguire nel nostro settore”.

Volkswagen prevede di offrire 20 nuovi modelli elettrici entro il 2025 e spera di vendere circa 1 milione di veicoli elettrici, quindi i cambiamenti apportati allo stabilimento di Zwickau e alla sua forza lavoro rappresentano solo una parte di un investimento colossale da parte di una delle aziende più grandi del mondo.

Leggi anche:  Volkswagen ID R: l'auto elettrica da corsa tenterà il record a Nürburgring

“La trasformazione verso i veicoli elettrici è un compito enorme per Volkswagen. Abbiamo completato con successo la prima fase del processo”, ha dichiarato Thomas Ulbrich, membro del consiglio di amministrazione VW responsabile della e-Mobility. “Circa la metà dei 1.500 nuovi robot per la costruzione del corpo sono già in funzione, ad esempio: il reparto di verniciatura è attualmente in fase di espansione e inizieremo la conversione della prima linea nell’assemblaggio finale, come previsto in estate”.