IPTV: dopo il servizio de Le Iene il pericolo è reale, arrivano multe e problemi

Maggio è l’ultimo mese della stagione calcistica. Da qui alla fine del mese arriveranno i verdetti finali per i campionati nazionali e per le coppe europee. Anche per le ultime partite Sky sarà in prima linea. La pay tv quest’anno ha offerto ai suoi clienti un servizio senza precedenti con più esclusive che mai. Purtroppo, a rovinare i piani dell’emittente satellitare è arrivato il cosiddetto “pezzotto”, ossia il sistema IPTV illegale sempre più presente nelle case degli italiani.

 

IPTV, ecco la truffa che rischiano molti utenti per avere Sky gratis

Sono quasi due milioni in termini di unità le persone che hanno scelto la strada dell’IPTV per risparmiare il regolare abbonamento di Sky ed anche di DAZN. Con il pezzotto è possibile avere un unico pacchetto con tutti i contenuti di Sky, di DAZN e di Netflix ad un prezzo che si avvicina ai dieci euro mensili. A fronte del risparmio, però, questo sistema è una truffa.

Il pericolo principale è quello giuridico. Chi si avvale di tale tecnologia rischia multe che possono arrivare anche a 10mila euro. I malviventi che portano il segnale delle tradizionali pay tv negli appartamenti degli italiani possono anche finire in galera, da uno a tre anni.

Leggi anche:  IPTV: spaventoso epilogo, le Iene segnalano l'arrivo di nuove multe

L’IPTV è una truffa anche a causa della sua mancata affidabilità. A differenza di Sky nella sua forma originale, con il pezzotto si segnalano improvvise mancanze di segnale ed una qualità delle immagini a dir poco scadente.