microsoft

Trattare con estranei arrabbiati, a volte petulanti e maleducati, è purtroppo una parte integrante dei videogiochi online, e le società che gestiscono le piattaforme multiplayer su cui i giocatori comunicano non possono fare molto per regolare il comportamento quando i reati consistono principalmente nell’insultare un’altra persona.

Ma da oggi, Microsoft ha deciso di rilasciare una serie aggiornata di linee guida che, auspicabilmente, rendono un po più chiaro ciò che viene considerato il superamento della linea, in termini di parole usate quando ci si sente frustrati contro un altro giocatore. La società ha delineato le linee guida come parte di un aggiornamento sulla sua pagina, rilasciata martedì della scorsa settimana e include informazioni sul contenuto, frodi, imbrogli e altri comportamenti che Microsoft regola da vicino su Xbox Live.

Leggi anche:  Microsoft: Surface Laptop 3 si ripara facilmente, ma non aprirlo

 

Ci sono alcune cose che non dovrebbero essere mai dette

La compagnia ha una serie di consigli per evitare sospensioni e divieti. Questi includono linee guida su azioni specifiche, come i messaggi di spam su Xbox Live o il griefing o il comportamento scorretto nei giochi.

Ci sono anche restrizioni piuttosto rigide su quali tipi di parole, frasi o figure storiche puoi nominare, ai nomi dei tuoi gruppi e ad altre attività pubbliche. Ma la società riconosce in modo intelligente che il discorso del “trash” fa parte della cultura di qualsiasi attività competitiva e non sta cercando di censura proprio tutto.

Ad esempio, Microsoft afferma che è possibile criticare specifici casi in cui si utilizza una terminologia che richiama meme o anche frasi razziste.