Amazon: domenica incredibile con un trucco per avere i codici scontoGoogle sta cercando di battere Amazon con i suoi acquirenti. Secondo un recente report, il gigante della ricerca sta aggiungendo più rapidamente possibile nuovi commercianti su Google Express e punterà ad un importante rebranding, oltre ad altre altre modifiche.

Google Express è in circolazione da un bel po’, è un ottimo modo per le persone di ordinare prodotti da vari partner. Esiste anche il supporto di Google Assistant per lo shopping tramite assistente digitale, simile ad Amazon Alexa. Apparentemente, Google Express verrà rinominato Google Shopping. Ciò ha molto senso, poiché Google Shopping è già integrato nel sito Web principale di Google e mostra i collegamenti per i prodotti di vari rivenditori al momento della ricerca. Oltre ad avere più senso con questo rebrand, consente una singola destinazione da visitare. Google tra l’altro ha rinnovato i prodotti Shopping, non solo negli Stati Uniti, ma anche in tutto il mondo.

Google Express diventerà Google Shopping e sarà il trampolino di lancio per cercare di battere Amazon

Un grande motivo per cui Google sta facendo seriamente, è perché la sua attività di ricerca ha già successo in termini di entrate. La ricerca è ancora il suo più grande business, responsabile di oltre il 90 per cento delle sue entrate, ogni anno. Quindi, un’azienda di queste dimensioni deve cercare altrove per ottenere maggiori entrate. Ed è qui che lo shopping entra in gioco. L’azienda vuole un pezzo di torta di Amazon in questo momento.

Amazon e Google stanno portando i servizi l’uno dell’altro ai loro prodotti. Quindi Amazon Prime Video arriverà su Android TV (diversa dalla SHIELD TV), e YouTube, Google Play Movies e TV in arrivo su Fire TV e Fire Tablets. Quindi la lotta tra Amazon e Google si sta nuovamente scaldando. Non si sa ancora quando questi cambiamenti arriveranno su Google Express e Google non ha ancora annunciato nulla. Ma Google in genere non parla di Google Express o Shopping durante gli eventi, quindi dovremo aspettare ancora un po’.