windows-10-microsoft-aggiornamento

Ultimamente aggiornare i dispositivi, di qualsiasi genere, è diventato come fare un terno al lotto. A volte va bene e a volte male, solo che quando succede quest’ultima parte in alcuni possono essere problemi particolarmente gravi. È successo fin troppe volte con gli aggiornamenti di iOS per gli iPhone, raramente anche quelli di Android, ma in questo caso, come da titolo, stiamo parlando di quelli relativi a Windows 10.

Una delle ultime patch rilasciate da Microsoft aveva creato parecchi problemi a diversi macchine che si è tradotto nella perdita di documenti i quali potevano essere importanti o meno. Questo ha ovviamente messo in allarme gli utenti che ormai ci pensano due volte prima di accettare un aggiornamento; ci sono persone che ormai si rifiutano categoricamente di aggiornare il software. In questo caso stanno facendo bene visto che sta succedendo di nuovo.

 

Il nuovo problema di Windows 10

Da un lato abbiamo Microsoft che finalmente ha deciso di implementare un qualcosa che l’utenza stava chiedendo da tempo, dall’alto c’è sempre Microsoft che sembra aver sbagliato qualcosa durante lo sviluppo del nuovo aggiornamento. A detta proprio della compagnia è stato trovato un errore riguardo la funzionalità di sicurezza CFG che sta causando enormi problemi ai browser basati su Google Chromium quindi proprio Chrome, ma anche Microsoft Edge e altri ancora.

Leggi anche:  Microsoft lancia Visual Studio Online: un nuovo strumento legato al coding

Ecco la dichiarazione di un portavoce di uno dei browser colpiti, Vivaldi: “Abbiamo subito notato problemi di prestazioni: una suite di test che in precedenza richiedeva circa 100 minuti di funzionamento, ora richiedeva 300 o anche 360 ​​minuti. È un’enorme problema di prestazioni di Windows 10 per Chromium. Uno dei test che ha richiesto 100 minuti quando è stato eseguito su Windows 10 su questa macchina, ha richiesto 20 minuti su Windows 7.”