tesla

Alcuni dipendenti di Tesla hanno ricevuto oggi un’e-mail con annunci di licenziamenti, accuse criminali e cause legali come potenziali conseguenze per la divulgazione di informazioni sul produttore di veicoli elettrici alla stampa, secondo quanto riportato da CNBC. L’e-mail, che è stata inviata dal team di sicurezza di Tesla, elencava le recenti azioni che la società aveva intrapreso contro alcuni dipendenti che avevano fatto trapelare delle notizie chiave.

Un ex dipendente aveva “trasmesso informazioni commerciali confidenziali dal dominio Tesla al suo account personale e minacciava di rivelare informazioni aziendali riservate“, secondo l’email. Tesla ha depositato accuse di crimine contro questa persona, ha riportato l’email. Ha anche elencato due cause contro ex dipendenti sulla proprietà intellettuale per aver “rubato informazioni riservate e segreti commerciali”.

La segretezza è una parte importante della cultura della Silicon Valley

Google ha inviato un’e-mail simile nel 2016, descrivendo il modo in cui la compagnia caccia internamente per le fughe. Nell’aprile 2018, un’e-mail Apple trapelò che descriveva come l’azienda aveva arrestato 12 dipendenti per aver perso informazioni sui piani futuri dell’azienda. Nel 2018, dopo che Buzzfeed ha pubblicato un promemoria interno di un dirigente di Facebook, i dipendenti hanno criticato i leakers nei loro forum interni.

Leggi anche:  Elon Musk e la SEC sembrano aver raggiunto finalmente un accordo

La segretezza è una parte importante della cultura della Silicon Valley, dove le cosiddette “trappole per topi“, chiavette USB contenenti dati sensibili, vengono talvolta lasciate in giro per vedere come i dipendenti si comporteranno, secondo quanto riportato da The Guardian l’anno scorso.

Tesla è una società ricca di eventi e ultimamente sta succedendo molto. L’e-mail di oggi fa capire quanto siano rischiose le fughe di notizie, così come quelle di informazioni ai concorrenti.