La Postepay di Poste Italiane è sicuramente una delle carte di debito più utilizzate in Italia. Nello specifico, la versione “Evolution” della Postepay permette di usufruire di un codice IBAN per fare e ricevere dei bonifici, il tutto con un costo annuale irrisorio.

La carta di Poste Italiane è economica e utilizzabile online così come al supermercato e nei negozi. E’ possibile inoltre farsi accreditare lo stipendio dai datori di lavori. Proprio per tale semplicità d’utilizzo è spesso presa di mira dai truffatori. 
La truffa è dietro l’angolo: fate attenzione!

Gli attacchi di phishing colpiscono gli utenti di PostePay

Le truffe che riguardano le card PostePay avvengono quasi tutte online.
Inserire i propri dati personali oltre a quelli della carta di debito di Poste italiane su siti non sicuri non è mai una buona idea. Anche effettuare un pagamento in anticipo verso un privato non è una mossa saggia. Tale situazione infatti è la truffa più diffusa in Italia.

In cosa consiste questa truffa? L’utente ignaro cerca online un prodotto che vorrebbe acquistare usato per risparmiare qualche decina (o anche centinaia) di Euro rispetto al “nuovo”. Dopo un rapido accordo, il venditore chiede un pagamento anticipato mediante ricarica Postepay (che è anche il metodo più veloce, oltre a non essere tracciato). E’ a questo punto, dopo aver ricevuto la ricarica, che il truffatore sparisce nel nulla, facendo perdere le sue tracce virtuali in pochi istanti.

Leggi anche:  Postepay, allerta truffe ma arriva una nuova funzionalità inaspettata

Noi di Tecnoandroid sconsigliamo questo genere di pagamento.
Consigliamo invece, di pagare se possibile mediante bonifico bancario (per avere un tracciamento del pagamento e dei dati del venditore) o tramite PayPal (che è il mezzo più sicuro per la tutela di ambo le parti).

Oltre a questa truffa, vi è il “phishing“. Tramite una mail, degli hacker professionisti creano indirizzi fasulli di Poste Italiane e mandano finte mail agli utenti, che ignari del pericolo, verranno esortati a inserire i propri dati bancari per “un controllo” da parte dell’azienda Italiana.

Poste Italiane si è già espressa a riguardo invitando gli utenti a non rispondere mai a tali email, in quanto la società manda le comunicazioni importanti relative al proprio conto, solo e soltanto per mezzo di posta cartacea.

In sintesi i nostri consigli per tutelare gli utenti possessori di una card Postepay sono i seguenti:

  • Effettuate acquisti soltanto da siti sicuri;
  • Pagare tramite PayPal o per mezzo di bonifico bancario;
  • Non cliccare mai sulle mail di “Poste Italiane”.