amazon

Il futuro della rete logistica di Amazon coinvolgerà indubbiamente l‘intelligenza artificiale e la robotica, ma la questione è aperta ragionando su quale punto le macchine basate su AI faranno la maggior parte del lavoro. Secondo Scott Anderson, direttore della società per la realizzazione della robotica, per arrivare al giorno in cui un magazzino Amazon sarà completamente automatizzato, ci vorranno ancora 10 anni di ricerca. I commenti di Anderson, riportati oggi da Reuters, evidenziano il ritmo incalzante di questa nuova tecnologia, che trova risvolti positivi anche in campo logistico, come un magazzino Amazon.

Così com’è oggi, i robot nel mondo del lavoro sono competenti per lo più in compiti specifici per i quali sono programmati con precisione. Per fare in modo che il robot faccia qualcos’altro , ci vuole una riprogrammazione che richiede denaro e tempo. Inoltre, i robot in grado di svolgere più compiti diversi e operare in ambienti dinamici che richiedono che il robot veda e comprenda ciò che lo circonda sono ancora saldamente nel regno della ricerca e delle prove sperimentali. Anche il semplice processo di identificare un oggetto e prenderlo in mano senza averlo mai visto prima richiede una serie di software e hardware complessi e sofisticati che non esistono ancora nella rete commerciale.

Leggi anche:  Offerte Amazon: i codici sconto di Venerdì 3 Maggio

 

 

Le conclusioni non sono così scontate

Quindi, mentre un robot può aiutare a fabbricare un microchip e il telaio di un veicol Tesla, non è in grado di svolgere compiti umani che il lavoro di magazzino richiede. Presso le strutture di Amazon e i centri di evasione delle altre aziende, gran parte del lavoro è ancora in gran parte svolto da mani umane, perché è difficile addestrare i robot a vedere il mondo e utilizzare le pinze robotiche con la destrezza dei lavoratori umani.

Ma come da programma, la società ha accelerato il progresso della ricerca di intelligenza artificiale nell’ultimo decennio,e infatti i robot stanno iniziando a ottenere livelli di visione e controllo motorio che si avvicinano ai livelli degli umani. Amazon è una delle aziende che ha aperto la strada a tali robot e ha organizzato anche una cosiddetta sfida annuale.