Si chiama Sero ed è il primo TV con schermo verticale progettato da Samsung: un progetto che vuole al tempo stesso soddisfare le preferenze dei millennials e rivoluzionare un mercato ormai appiattitosi sulla tradizionalità, saturo di televisori dal classico schermo orizzontale.

Con Sero, Samsung punta soprattutto a conquistare i nuovi consumatori, i millennials, ovvero i nati tra la fine degli anni Ottanta e gli anni Novanta, utenti che hanno cominciato ad acquisire una certa indipendenza economica che, in altri termini, potrebbe significare potere d’acquisto. Il nuovo TV di Samsung si basa, infatti, su uno studio riguardo le preferenze dei millennials e la sua particolarità risiede nel sistema pivot, una tecnologia che permette di ruotare lo schermo per adattarlo alle necessità di ognuno.

Sero, com’è fatto il nuovo TV con schermo verticale di Samsung

Lo schermo di Sero può sia essere posizinato nel formato classico, e quindi in orizzontale (il formato ideale per guardare film e serie TV), sia in verticale. In questo caso, il formato potrebbe essere sfruttato per il mirroring di video girati in verticali con lo smartphone o con un altro dispositivo mobile.

Leggi anche:  Google ha costruito un computer quantistico, è l'inizio di una nuova Era

Uno schermo che, tra l’altro, potrebbe fungere da portafoto digitale o più in generale come un valido strumento per interagire con i servizi multimediali ed online, grazie anche al supporto con Bixby, l’Assistente vocale di Samsung.

Sero dovrebbe inoltre integrare un sistema di altoparlanti a 4.1 canali ed un’amplificazione di 60W.

Per quanto riguarda il lancio sul mercato del nuovo TV verticale di Samsung, si pensa che probabilmente ciò possa avvenire a partire da fine maggio in Corea del Sud. Sero sarà venduto a 1.500 euro.