Recensione Redmi 7

Oggi vi parliamo di Redmi 7, da non confondersi con il più prestante Redmi Note 7. Questo smartphone è il frutto del lavoro della divisione Redmi che si è recentemente staccata da Xiaomi, la quale non rinuncia però a implementare la MIUI 10. Probabilmente a livello estetico non vi lascerà nulla che vi spinga all’acquisto in futuro, ma gli obiettivi che si prefigge li raggiunge in maniera brillante.

Descrizione

A primo impatto lo troverete noioso solo a guardarlo. Redmi 7 è realizzato in policarbonato con il bordo in metallo, ma l’effetto al tatto è decisamente di un dispositivo di poco conto. Oltre a ciò il telefono pesa un pochino troppo, visti i suoi 180 grammi, ma è solido e ben realizzato per la fascia di prezzo di riferimento.

Nella parte posteriore, oltre alla fotocamera dual di cui parliamo più avanti, troviamo un fingerprint per lo sblocco veloce e preciso più di quello del Samsung M20 che costa il doppio. Purtroppo la back cover in policarbonato ha un trattamento oleofobico davvero pessimo, per cui perdonateci se lo vedete sporco nel video. Sul lato superiore permane il jack audio da 3,5 mm e la comodissima porta infrarossi.

 

Hardware e software

Il display è un 6,26 IPS in HD+ e si comporta senza infamia e senza lode su questo dispositivo. È sicuramente molto luminoso e oleofobico, ma non è definito nei particolari a causa di un numero insufficiente di ppi quando fruirermo di contenuti multimediali. A suo vantaggio bisogna dire che, per 115 euro, le cornici del pannello sono davvero ridotte, le quali rendono ancora migliore la fruibilità delle gesture della MIUI 10 basata su Android 9.0 Pie. Un plus non da poco per un device in questa gamma di prezzo.

Il vantaggio di avere la MIUI10 garantisce un’esperienza utente molto buona anche non avendo a disposizione uno smartphone molto veloce. Infatti monta un non freschissimo  Qualcomm Snapdragon 632 coadiuvato da 3 GB di memoria RAM. Immaginiamo che chi sceglie Redmi 7 non stia troppo a guardare le prestazioni che offre, e tuttavia si tratta di un device che nell’uso quotidiano svolge con costanza il suo lavoro alla perfezione.

Leggi anche:  Recensione Google Pixel 3A XL: sarà l'erede di Nexus 5?

MIUI10 + display HD+ vuol dire autonomia infinita. I 4.000 mAh di questo dispositivo non solo ci permette di arrivare a sera, ma può arrivare fino a 2 giorni di utilizzo! Bene inoltre l’audio e la ricezione, anche se il volume non è altissimo.

Comparto fotografico

Parliamo subito degli scatti provenienti dalla dual camera posteriore. Abbiamo in dotazione una dual camera con un sensore da 12 MP f/2.2, più un 2 MP che lavora bene sulla misurazione della profondità. Sul frontale abbiamo invece una camera da 8 MP con f/2.0. In condizioni di buona luminosità, la resa ci ha stupito in positivo con scatti piacevoli e un buon effetto bokeh. Di notte il rumore c’è e si vede ma, vi assicuriamo, abbiamo visto di peggio su smartphone più blasonati.

Per quanto riguarda i video, purtroppo, non ci siamo proprio.

Conclusioni

Se non avete molte pretese e se cercate uno smartphone da battaglia, allora Redmi 7 fa al caso vostro. Se avete dei dubbi o pretendete qualcosa in più, meglio guardare altrove. Redmi 7 lo potete trovare al prezzo di circa 130 euro su Amazon con spedizione gratuita e anche con l’opzione Prime.

Redmi 7

139,99 euro
7.4

Materiali costruttivi

6.0/10

Software e hardware

7.0/10

Ergonomia

6.0/10

Autonomia

9.0/10

Qualità/Prezzo

9.0/10

Pro

  • Software Fluido
  • MIUI 10
  • Autonomia da urlo
  • Prezzo ottimo

Contro

  • Materiali costruttivi
  • Foto in notturna
  • Video bocciati
  • Peso eccessivo