PostePay è la carta prepagata più famosa d’Italia che oltre a tante comodità, porta con sé anche svariati rischi. Sebbene rimanere al sicuro sia molto semplice se si usano le giuste accortezze, dobbiamo pur sempre dire che Poste Italiane cade molto spesso nella mira dei cybercriminali.

Nel corso del tempo abbiamo sentito di tentativi di truffa di ogni genere: phishing, telefonate, pubblicità e chi più ne ha più ne metta. Gli Italiani si sono quasi rassegnati davanti a tutti questi diversi metodi sviluppati nel corso del tempo e che puntualmente, ogni anno, tornano cronicamente come un herpes a cambio stagione.

PostePay: gli sms che notificano il blocco del conto colpiscono ancora

Nell’ultimo periodo, ad esempio, molti utenti hanno divulgato online il loro feedback su insistenti sms che notificherebbero di un blocco del conto. Ovviamente sappiamo già che si tratta di una truffa visto che Poste Italiane non contatta MAI i propri clienti per email o messaggi, ma parlarne non fa mai male.

Leggi anche:  Truffe online: torna la mail sul blocco della carta PostePay

Un SMS tipo presenta sempre diciture come “Gentile cliente, la sua carta PostePay è stata bloccata a causa di….” […] “Per confermare la propria identità e procedere all’operazione di sblocco, per favore compilare il seguente form con i propri dati…” a cui segue l’immancabile link.

Come vi abbiamo già riportato, messaggi del genere sono utopia per il mondo di Poste Italiane e per i clienti di PostePay, i quali, in caso di problemi inerenti alle proprie carte, verrebbero convocati in filiale e non allarmati inutilmente attraverso mezzi non sicuri. Proprio per questo motivo ci sentiamo di consigliarvi un’unica cosa: appena ricevete messaggi, email o avvisi del genere cancellate direttamente il tutto.