4G bug sicurezza Iliad TIM Wind Tre Vodafone MVNO

Sembra che da alcuni mesi, ormai, un problema abbastanza serio stia affliggendo la connessioni ad internet in 4G. Nonostante ad oggi sia in assoluto lo standard di rete più utilizzato dagli utenti di tutto il mondo, specialmente in Italia, dopo alcuni studi si è scoperto che tutti gli utenti di quest’ultimo, e quindi di Tim, Wind, Tre, Vodafone e Iliadsono in serio pericolo.

Sono già in migliaia gli utenti che urlano alla fake news ma, purtroppo, non è questo il caso. Secondo alcuni esperti, infatti, pare proprio che la falla sia stata già sfruttata diverse e diverse volte da hacker esperti che, attraverso i vantaggi ottenuti, sono riusciti a mettere a segno diversi tipi di attacchi informatici. Scopriamo di seguito i dettagli.

Falla 4G: milioni di utenti di tutto il mondo rischiano di essere spiati

Tutto inizia da una ricerca condotta dalle prestigiose università Ruhr-Universität Bochume New York University Abu Dhabi che, in una nota ufficiale, hanno reso noto il fatto che, alla base del 4G, è stata trovata una falla in ben 3 protocolli diversi.

Attraverso questi errori di sistema, quindi, gli Hacker hanno la possibilità di accedere ai nostri dati personali eseguendo alcuni tipi di attacchi come:

  • rilevazione della posizione del gps;
  • ascolto delle chiamate;
  • trafugamento di dati personali;
  • invio di falsi allarmi;
  • furto di identità.
Leggi anche:  Copertura di rete: ecco quale operatore telefonico scegliere

Al momento però preoccupa la vulnerabilità poiché, secondo alcuni, il problema, essendo alla base della rete, è irrisolvibile. Ciò significa che per tornare in sicurezza bisognerà aspettare l’arrivo del 5G nel 2020.