minecraft

Microsoft dice che i “commenti e le opinioni” del creatore di Minecraft, Markus Persson, meglio noto come Notch, hanno portato la compagnia a escluderlo da un evento imminente che celebra il decimo anniversario del gioco. Microsoft ha dichiarato a Variety: “I suoi commenti e le sue opinioni non riflettono quelli di Microsoft o Mojang e non rappresentano ciò che è Minecraft oggi”.

Dato che Microsoft ha lavorato per rendere Minecraft un gioco universale per famiglie, Persson è stato una specie di spina nel fianco. Il creatore del gioco è oggi più conosciuto come troll online, e ha anche recentemente approvato la teoria della cospirazione di QAnon.
Microsoft non è mai stata particolarmente vicina a Persson, ma in passato non l’ha rimproverato attivamente in questo modo. Persson lasciò Mojang, lo sviluppatore di Minecraft, quando vendette la società a Microsoft nel 2014 e a quel punto non partecipò attivamente al gioco da diversi anni. Dopo alcuni dei più recenti commenti di Persson, Microsoft ha aggiornato Minecraft per rimuovere alcuni riferimenti a lui che a volte appaiono nella schermata principale del gioco. A quel tempo, però, Microsoft non ha detto perché.

Leggi anche:  Assistenti virtuali e i loro utenti: la ricerca di Microsoft sui più utilizzati

 

La società sta affrontando anche sfide interne con i dipendenti

Distanziarsi da Persson avrebbe dovuto essere una decisione facile. Viene anche in un momento in cui Microsoft sta cercando di dimostrare che ci vuole diversità e un nuovo modo di rappresentazione. Il CEO di Microsoft, Satya Nadella, ha recentemente inviato una email allo staff dicendo che se non hanno sostenuto di aver effettivamente stravolto il gioco: “i tuoi premi, la tua traiettoria di carriera e forse anche il tuo lavoro saranno influenzati”.

Nel frattempo, Microsoft ha preso di mira alcuni dipendenti che credono che sia meglio parlare della propria posizione pro-diversità piuttosto che agire.