disservizidown di rete dei principali operatori telefonici nazionali consistono in genere in difficoltà di accesso alla rete internet o semplicemente in impossibilità di invio/ricezione delle chiamate. L’esperienza complessiva subisce un deficit tale da indurre l’utente alla protesta, sui social o con vere e proprie mail minatorie all’azienda, senza però mai ottenere il risultato desiderato.

In alcune occasioni, tuttavia, potrebbe tornare utile riuscire ad individuare la causa del problema, o meglio capire se il disservizio è limitato esclusivamente al proprio smartphone, oppure risulta essere diffuso in un’area ben specifica. Per questo corre in nostro aiuto Downdetector, un servizio completamente gratuito e poggiante sulle segnalazioni della community mondiale.

 

Downdetector: il servizio da utilizzare in caso di down di rete

Il suo funzionamento è veramente semplice, nel momento in cui il consumatore registra una difficoltà di accesso alla rete si collega al sito ed invia un feedback in cui comunica il problema; un numero elevato di segnalazioni pervenute nello stesso momento porta Downdetector a segnalare il down del determinato operatore telefonico/servizio (ricordiamo che è attivo anche per Netflix, Sky Go, Spotify, Apple Music e simili).

Leggi anche:  Problemi Wind, Vodafone, TIM e Iliad: i disservizi arrivano su Downdetector

L’utilizzatore finale che invece vuole conoscere lo stato della rete dovrà collegarsi alla pagina dedicata e sfogliare la schermata mostrata direttamente: nella parte alta si trova il grafico temporale con il numero di segnalazioni delle ultime 24 ore (il picco è segnale di disservizio), nella parte centrale la cartina con le provenienze (quindi le aree in cui la rete è down), in basso invece per il plugin Facebook con tutti i commenti degli utenti che hanno registrato il disservizio.

Downdetector è completamente gratis ed accessibile indipendentemente dall’offerta o dal sistema operativo in utilizzo.