google-play-store-app

Il Play Store di Google può essere visto come un luogo selvaggio, ingannatore e pericoloso. Uno dei punti forti di Android e quindi di questo store è il fatto che lo sviluppo di applicazione risulta essere più accessibile. Questo, va da sé, risulta essere anche uno dei punti deboli in quanto anche app malevole possono essere caricate per poi venir scaricate da qualche sfortunato.

Ovviamente Google tiene sempre un occhio vigile su tale piattaforma tanto che moltissime applicazioni vengono buttate giù in quanto considerate pericolose, ma tante altre possono scappare sotto il radar della grande G. Raramente tali applicazioni finiscono per raggiungere un gran numero di utenti, ma di recente è stato scoperto qualcosa di inquietante. BuzzFeed ha di recente pubblicato un rapporto che accusa un grosso sviluppatore di aver caricato moltissime app con pubblicità fraudolenta.

 

Sviluppatore bannato

Tale sviluppatore prende il nome di DO Global il quale è una “piccola” costola di una società nota come Baidu. Secondo BuzzFeed le applicazioni caricate sotto il suo nome sono state oltre 100 e metà di queste presentano una fronde pubblicitaria a danno di Google che faceva credere che l’utente abbia cliccato su un annuncio pubblicitario anche quando non era vero.

Leggi anche:  Youtube: le ultime novità identificate nel nuovo aggiornamento

Si tratta del primo sviluppatore ad essere bannato dal Play Store a parte di Google e la cosa più sorprendente che è anche uno dei più grandi. Apparentemente i suoi prodotti avevano quasi racimolato oltre mezzo miliardo di utenti proprio grazie ad oltre 100 applicazioni. La fronde non era presente su tutti, ma tanto è bastato per la dura punizione che tra l’altro ha previsto anche la rimozione di tutte le app.