disserviziDowndetector potrebbe apparire un servizio come tanti altri, ma in realtà è davvero molto di più. Grazie al suo essere un raccoglitore di segnalazioni da parte dei consumatori, può aiutare moltissimo a capire se il problema riguarda solamente il singolo dispositivo oppure è diffuso in un’area ben specifica.

Sia chiaro, se in questo momento state vivendo un disservizio potete fare davvero ben poco per risolverlo, nemmeno Downdetector potrà aiutarvi, dovrete attendere la risoluzione da parte dell’operatore telefonico a cui siete abbonati. Nell’eventualità in cui invece vi stiate domandando se il problema riguarda più utenti, allora siete arrivati nel posto giusto.

 

Downdetector: ecco il servizio che aiuta a scoprire i down

Il funzionamento di Downdetector è più facile del previsto, non sfrutta algoritmi particolari o collegamenti alle aziende prese in esame, ma riceve direttamente le segnalazioni della propria community. In altre parole, l’utente che in questo momento sta vivendo una difficoltà, la comunica direttamente al servizio; il quale, accantona il feedback e, raggiunto un livello minimo in un determinato intervallo temporale, provvederà a segnalare il down in un specifica area del paese o del mondo.

Leggi anche:  Down e disservizi: colpiti i clienti Vodafone e ho.mobile

Assumono, per noi utilizzatori finali, particolare importanza due grafici in particolare:

  • Temporale: nella parte alta si trova l’indicazione del numero di segnalazioni pervenute nelle ultime 24 ore (suddivise per ore), nel momento in cui notate un picco, sappiate che si è registrato un disservizio.
  • Geografico: la cartina mostra in parole povere le location degli utenti che hanno inviato il feedback, in modo da capire ove il down sta attualmente colpendo.

Downdetector è completamente gratuito ed accessibile indipendentemente dalla provenienza o dal sistema operativo utilizzato (basta un browser).