Le truffe online esistono da diverso tempo e ancora oggi purtroppo, i consumatori continuano a lottare contro i malfattori che si divertono a truffare vittime innocenti; oggi giorno, con lo sviluppo della tecnologia i cyber crime riescono a trovare innumerevoli metodi che svuotano il conto delle vittime, in un modo o in un altro.

Da qualche settimana che, sentiamo parlare di una truffa bancaria che ha svuotato molti conti correnti: la truffa dei diamanti; inutile dire, che il web è pieno di notizie e ogni giorno ne nascono delle nuove. Per chi non ne fosse a conoscenza, sono sotto accusa alcune noti Istituti di Credito: Unicredit, Intesa San Paolo, Banco BPM, Banca Aletti e Monte dei Paschi; inoltre, sono sotto accusa le due aziende principale che vendevano diamanti ai consumatori che lo vedevano come un investimento: Diamond Private Investment (DPI) e Intermarket Diamond Business (IDB).

Truffa Diamanti: ecco cosa è realmente successo

A quanto pare, le due società IDB e DPI si erano accordate con le cinque banche precedentemente citate per vendere diamanti ai loro clienti; secondo quanto dicono diverse notizie, gli Istituti di Credito coinvolti si sono difesi dicendo che loro hanno solo informato i propri clienti di un investimento ma che sono stati i consumatori, a decidere di investire.

Leggi anche:  Truffa Unicredit: dopo Sanpaolo è svuota-conto per carte e prepagate

La Procura di Milano ha sequestrato oltre 700 milioni di Euro e fra le vittime ci sono noti personaggi famosi, fra cui: Vasco Rossi che ha investito quasi un 2 milione di Euro, Federica Panicucci che ha investito ben 50 mila Euro e come loro, tanti altri; a quanto pare, i consumatori acquistavano questi diamanti per rivenderli ad un prezzo maggiore ma in realtà, tali diamanti sono stati acquistati dai consumatori ad un prezzo di quasi il doppio del loro reale valore.