La velocità media offerta dalle reti degli operatori di telefonia mobile mondiali è cresciuta per tutta l’utenza.
Oltre a ciò, troviamo prezzi ribassati e pacchetti con tanti Giga.

Non è difficile capire come mai all’orizzonte si intravede la decadenza del Wifi.

Ad oggi è vero che è impensabile rinunciare a un buon wifi veloce, ma nel futuro?

Al momento le reti casalinghe con il wifi sono nettamente più prestanti di quelle mobili, ma nelle altre parti del mondo la situazione è cambiata a favore delle connessioni da device, che offrono più velocità e affidabilità rispetto alle reti wifi.

Il 5G potrebbe essere la morte del WiFi

La società OpenSignal ha studiato il fenomeno e ha osservato come in ben 33 Paesi nel mondo, su 80 valutati, la velocità delle connessioni mobili risulti sempre superiore al Wifi.

Leggi anche:  WiFi: addio ai problemi di copertura di Tim, Wind, Tre e Vodafone

Troviamo Australia, Libano, Qatar, Oman, Grecia e Repubblica Ceca al primo posto. Abbiamo reti mobili più veloci di 10 Mbps rispetto ai Wifi casalinghi.
Negli altri 47 Paesi invece troviamo ancora un Wifi superiore.

Caso unico e raro quello di Hong Kong, dove la velocità del Wifi raggiunge i 53,3 Mbps contro i 14,7 della rete mobile.

Da noi invece, la rete mobile è molto più veloce.
Considerando il solo standard 4G/LTE, anche se la differenza con il wifi è di soli 2,8 Mbps.
Rimane pertanto superiore il Wi-Fi considerando l’intero territorio italiano.

Con l’avvento della rete 5G si mescoleranno nuovamente le carte, perché la nuova connessione viaggerà in Gigabit e dovrebbe rendere obsoleto il “vecchio” wireless.