Qual è il migliore operatore telefonico italiano in termini di qualità e velocità della rete? A rivelarlo è un nuovo report di 4G Mark, azienda specializzata nel rilevamento delle velocità di rete degli operatori mobile.

Il report si basa sui dai ricavati dall’app 4G Mark installata dagli utenti sui dispositivi Android ed Apple e che permette di effettuare un test delle prestazioni della propria rete che vada oltre il semplice rilevamento delle informazioni relative alla velocità in download e in upload.

Il report fa riferimento ai dati raccolti nel primo trimestre di quest’anno ed ha preso in considerazione diversi parametri: velocità di rete in download; velocità di rete in upload; performance nella navigazione web, espressa in percentuale di pagine caricate entro 10 secondi; e performance nello streaming da YouTube, espressa in percentuale di video caricati in meno di 12 secondi.

E’ meglio Vodafone, Wind, TIM, Tre o Iliad? I risultati del report di 4G Mark

Per ottenere il punteggio finale sono stati combinati i parametri sopra elencati.

Leggi anche:  Wind, nuova stangata per gli utenti: ecco gli aumenti di prezzo autunnali

La classifica stilata da 4G Mark premia Vodafone. L’operatore rosso ha infatti totalizzato 24.776 punti. Al secondo posto TIM con 20.568 punti, seguito poi da Wind Tre con 9.985 punti e Iliad. L’operatore francese ha raggiuunto un totale di 9.811 punti.

Analizzando i soli risultati relativi alla velocità di rete, si scopre che: Vodafone offre una velocità media di 34 Mbps; TIM raggiunge, invece, una velocità media in download di 28,3 Mbps. Iliad sembra garantire una velocità di rete maggiore rispetto a quella di Wind Tre con i suoi 14,4 Mbps in download, contro i 13,7 Mbps di Wind Tre. Le posizioni non variano se si analizza la velocità di upload, con Vodafone a 12,5 Mbps, TIM a 10,8 Mbps, Iliad a 8,4 Mbps e Wind Tre a 7,2 Mbps.

 

Vodafone, infine, stando sempre a quanto emerge dal report di 4G Mark, è anche l’operatore telefonico con la migliore copertura 4G in Italia (89%), seguito poi da TIM (84%), Wind Tre (75%) e Iliad (66%).