trinity_shopping_mall_-_leeds_march_2013_001-londra-metropolitana-wifi

La polizia di Londra ha interrotto l’accesso alla connessione Wi-Fi in alcune delle stazioni della metropolitana della città questa mattina, nel tentativo di interrompere l’azione dei manifestanti del cambiamento climatico.

Finora questa settimana, più di 300 manifestanti del gruppo di estinzione della ribellione sono stati arrestati nella capitale del Regno Unito. Hanno preso di mira le strade principali, i ponti e le stazioni della metropolitana. Il gruppo vuole che il Regno Unito riduca le sue emissioni di carbonio a zero entro il 2025. Hanno infatti affermato che la disobbedienza civile e le proteste di massa sono gli strumenti più utili per sensibilizzare l’opinione pubblica.

La polizia ha spento il Wi-Fi per ” scoraggiare “i manifestanti

Mercoledì mattina, i manifestanti hanno preso di mira la stazione di Canary Wharf della Docklands Light Railway di Londra, un sistema di metropolitana leggera fuori terra. Il DLR è uno dei numerosi sistemi ferroviari di Londra, tra cui Underground, Overground e Crossrail.

Leggi anche:  WiFi gratis Italia: le offerte Tim, Iliad, e Vodafone hanno un rivale

L’accesso a Internet non è disponibile nei tunnel della metro di Londra. A fornire i servizi di connettività in centinaia di stazioni e su piattaforme sotterranee è la società Virgin Media. Questo è tutto quello che la polizia ha chiuso mercoledì mattina.

“Nell’interesse della sicurezza e per prevenire e scoraggiare le gravi interruzioni della rete della metropolitana di Londra, la polizia dei trasporti britannica ha preso la decisione di limitare la connettività Wi-Fi dei passeggeri alle stazioni della metropolitana”. Questo è quanto dichiarato da un portavoce della polizia dei trasporti in una dichiarazione a The Verge.