Agcom introduce il nuovo codice di autoregolamentazione 4.0, grazie al quale basterà un doppio clic per disattivare servizi premium indesiderati.

Ciò viene fatto per tutelare i diritti degli utenti che spesso lamentano questo problema.

Quante volte ci siamo ritrovati – senza volerlo – abbonati a servizi premium non desiderati, con conseguente diminuzione del proprio credito telefonico senza sapere il motivo?

E’ un fenomeno diffusissimo da anni, ed ancora oggi ci si può imbattere.
Da adesso dovrebbe essere tutto più facile per i consumatori.

La parola al commissionario dell’autorithy, Antonio Martusciello

“Più tutela per gli utenti, più garanzie per gli operatori del mercato. Solo garantendo il corretto sviluppo del business dei servizi Premium, si possono assicurare i diritti dei clienti e la leale concorrenza tra i player del settore.” commenta il commissario dell’authority Antonio Martusciello.

Leggi anche:  Frode online: questa volta è toccato ai consumatori in possesso di una Postepay

“Il nuovo codice – aggiunge il Commissario – ha come principale obiettivo quello di amplificare le tutele per il consumatore, da un lato ostacolando, mediante un doppio click, le attivazioni non richieste, dall’altro facilitare i rimborsi attraverso l’introduzione di un numero unico gratuito di Customer Care (800442299) grazie al quale l’utente può rapidamente conoscere i servizi premium attivi e, eventualmente, disattivarli”.

Il nuovo sistema di gestione prevede il controllo totale da parte degli operatori delle pagine di attivazione dei servizi.

Oltre a ciò si prevede anche la creazione di un Comitato di garanzia – cui partecipano anche i rappresentanti delle associazioni dei consumatori – che monitora l’effettiva efficacia delle misure di sicurezza e si impegna nel mantenerle aggiornate.