WhatsApp: la storia si ripete, truffati sul credito gli utenti TIM, Vodafone e Iliad

Su WhatsApp continuano ad essere presenti i gruppi di spam e le catene di Sant’Antonio. I malintenzionati, d’altro canto, nonostante le contromosse degli sviluppatori continuano ad avere strada spianata sulla chat di messaggistica istantanea. Dopo alcuni mesi di studio, però, ora è in fase di attuazione un’importante ristrutturazione della chat. Lo scopo è quello di rendere WhatsApp impermeabile ai messaggi fastidiosi.

 

WhatsApp, come dire basta ai messaggi di spam e alle catene

Un grande passo in avanti ci sarà con il nuovo sistema di creazione per i gruppi. A breve per entrare a far parte di una conversazioni con più utenti si dovrà dapprima ottenere un invito da parte dell’amministratore per poi formalizzare l’accettazione della stessa richiesta. WhatsApp adotterà quindi un sistema speculare a quello dei gruppi Facebook. 

Leggi anche:  WhatsApp, arrivano tre nuove funzioni che cambiano l'aspetto dei gruppi

La vera innovazione comunque riguarderà i messaggi indesiderati. Con un metodo semplice, ma promettente, gli sviluppatori potrebbero chiudere per sempre tutta la noiosa deriva delle catene di Sant’Antonio.

I messaggi inviati in chat saranno contraddistinti da un filtro. Ogni volta in cui si inoltrerà un testo ad un amico o ad un contatto, quest’ultimo vedrà apparire sul messaggio la nota “Inoltrato”. Questa piccola funzione renderà molto più complicata la vita ai malintenzionati che quotidianamente inviano messaggi indesiderati. Sarà infatti più semplice scorgere l’affidabilità di un contenuto in base al fatto di essere stato inoltrato oppure no.