Questa primavera di certo non mancano e non mancheranno i rincari dei gestori telefonici. Ad iniziare il valzer ci hanno pensato TIM e Vodafone con rimodulazioni dei prezzi partite già nel mese di febbraio. Ora, a pochi giorni dalla Pasqua, anche Wind opta per un rialzo di alcuni suoi costi.

 

Wind, dal 1 Aprile ci sarà da pagare qualcosa in più per le nuove ricaricabili

I cambiamenti di Wind riguardano le promozioni in listino e sono diventati ufficiali a partire dal trascorso 1 Aprile. La differenza vera tra il gestore arancione e le altre compagnie telefoniche sta nel fatto che i rincari non riguarderanno i vecchi clienti, ma solo ed esclusivamente le nuove attivazioni. Gli abbonati che hanno già attivo un profilo ricaricabile non pagheranno niente in più per ora.

Leggi anche:  Passa a Wind: nuova incredibile offerta con 50GB a basso prezzo

Ad essere maggiorente colpite dai rincari ci sono le iniziative All Inclusive: le offerte all inclusive con chiamate, messaggi e Giga per navigazione internet. I costi rinnovati sono validi per le richieste online e per quelle in negozio.

Ci sono novità anche per quanto concerne il rilascio della SIM. Al posto dei vecchi 5 euro ora il prezzo standard per l’attivazione è di 10 euro. Nella spesa di 10 euro non è previsto credito a saldo, pertanto per operare è necessario effettuare un’ulteriore ricarica. Facendo parte della stessa galassia, anche i costi di 3 Italia e delle sue ricaricabili All-In hanno subito un incremento nel mese di aprile.