Rilasciato per la prima volta nel 2008, Google Chrome è oggi il browser più utilizzato al mondo (l’applicazione è installata su oltre il 60% dei dispositivi connessi ad Internet). Oltre a garantire una navigazione semplice e veloce, Google Chrome consente di sfruttare tutti i servizi dell’azienda di Mountain View e mette a disposizione degli utenti alcune funzionalità aggiuntive ed estensioni che ne migliorano l’esperienza di navigazione.

Nelle scorse settimane, Google Chrome ha ricevuto un importante aggiornamento che ha introdotto diverse novità, sia per la versione desktop che per la versione dedicata ai dispositivi mobile. Scopriamole insieme nel dettaglio in questo articolo.

Chrome: tutte le novità dell’ultima versione del browser di Google per desktop

L’ultima versione di Google Chrome ha introdotto tante novità per Windows, Mac e Linus. Anzitutto, molte delle voci che erano presenti nell’area dedicata alla Privacy dell’utente sono state spostate alla sezione “Impostazioni di sincronizzazione avanzate“, in modo tale da rendere più intuitiva la gestione ed il controllo dei dati che vengono sincronizzati con l’account Google.

E’ stata inoltre introdotta la nuova opzione “Rendi migliori le ricerche e la navigazione” che consente a Google di migliorare l’esperienza di navigazione in rete raccogliendo gli indirizzi delle pagine web visitate dall’utente, specificando, però, che la raccolta di queste informazioni avviene in forma anonima e che l’utente può in qualsiasi momento attivare/disattivare l’opzione.

Con l’ultima versione di Google Chrome debutta anche la funzione “Auto Picture-in-Picture” per le Progressive Web Apps installate dall’utente: ciò permette di sovrapporre, sotto forma di piccola finestra in un punto dello schermo, un contenuto multimediale in streaming mentre si naviga in altre schede o si utilizzano altre applicazioni. Questa funzione permette anche di saltare la pubblicità e di tornare rapidamente alla scheda che ospita il video in esecuzione.

Leggi anche:  Android 10 punta a salvare le vita: scoperta una funzione nascosta

Una importante novità riguarda macOS: l’ultima versione del browser di Google supporta la modalità scura di Apple. Questa si attiverà automaticamente quando viene abilitato il tema scuro del sistema Apple.

Infine, l’aggiornamento ha introdotto il supporto nativo ai testi media grazie ai quali l’utente potrà impartire determinati comandi – ad esempio mettere in pausa o riprendere la riproduzione di un video – direttamente dalla tastiera.

Chrome: tutte le novità dell’ultima versione del browser di Google per dispositivi mobile

Per quanto riguarda, invece, la versione per dispositivi mobile di Google Chrome, ritroviamo anzitutto un nuovo design che accompagna la pagina dedicata ai Download, con schede più grandi, una barra degli indirizzi ottimizzata e la possibilità di filtrare i risultati di ricerca.

E’ stata introdotta la funzionalità “Lite pages“, che ha come obiettivo quello di velocizzare i tempi di caricamento dei siti web visitati anche se non si dispone di una connessione ottimale da questo punto di vista. Per tale motivo, è stato anche introdotto il supporto al protocollo HTTPS per la modalità “risparmio dati“.

L’ultima novità introduce una particolare funzione che permette di leggere degli articoli suggeriti in modalità offline, quando si è dunque in assenza di rete.

Prima di lasciarvi, consigliamo la lettura di questo articolo in cui vi spieghiamo come velocizzare un browser lento.