Netflix

Secondo le ultime indiscrezioni, la piattaforma di contenuti in streaming Netflix ha intenzione di migliorare la qualità dei propri contenuti, grazie ad una nuova collaborazione con Intel. La notizia è arrivata oggi, per cercare di addolcire i propri clienti, arrabbiati dopo la notizia degli scorsi giorni.

Solo qualche giorno fa infatti, la piattaforma ha fatto sapere di aver abolito la prova gratuita di 30 giorni in Italia. Questa prova permetteva a tutti gli utenti, non ancora iscritti, di provare il servizio prima di decidere se abbonarsi o meno. Parliamo ora del nuovo codec firmato Intel.

 

Netflix migliorerà la qualità dei propri contenuti grazie ad Intel

Intel e Netflix stanno portando avanti un vero e proprio lavoro di squadra per cercare di migliorare notevolmente la qualità dei contenuti presenti sulla piattaforma appena menzionata. Inoltre, sarebbero anche in grado di diminuire il consumo della banda necessaria. Le due aziende stanno lavorando per il nuovo codec, l’SVT-AV1, che è in grado di garantire qualità e prestazioni molto più elevate rispetto a quelle attuali.

Leggi anche:  Netflix: i film più belli da guardare nel mese di aprile 2019

L’iniziativa ha l’obiettivo di superare le attuali limitazioni del codec oggi più diffuso, l’H.264 AVC, attuando una soluzione che mira a garantire una qualità di visione maggiore, con una riduzione importante della banda consumata. La proposta è sicuramente molto interessante e possiamo scommettere che farà felici la maggior parte di utenti. Il nuovo codec sarà abbinato ai processori Intel Xeon Scalable e renderà possibili servizi dai video on-demand alle trasmissioni dal vivo.

Per il momento, il direttore delle Encoding Technologies, David Ronca ha commentato questa novità dicendo: “La collaborazione con Intel per l’SVT-AV1 porta una soluzione AV1 alternativa alla comunità open-source, garantendo lo sviluppo più rapido di un algoritmo AV1 e incentivando l’innovazione per la prossima generazione della tecnologia di video-compressione“.