La Postepay, ultimamente conosciuta nel suo aspetto di Postepay Evolution, è la carta prepagata più utilizzata in assoluto in Italia. In tutte le famiglie italiane, infatti, c’è almeno una Postepay. Questo numero elevato di consumatori, quindi, è dato dalla comodità che quest’ultima offre. Velocità e tanti servizi inclusi, infatti, sono gli aspetti che contraddistinguono la Postepay.

Nonostante la sua facilità d’uso però, anche la Postepay, ultimamente, viene spesso attaccata da malintenzionati il cui unico scopo è quello di derubare i poveri malcapitati. Questi Cybercriminali, infatti, mettono in scena delle vere e proprie truffe atte a svuotare fino all’ultimo centesimo le carte delle vittime. Purtroppo l’unico modo per difendersi è quello di tenere sempre gli occhi aperti. Per aiutarvi quindi nello scopo, ecco di seguito alcune tecniche utilizzate dai truffatori.

Postepay: la carta prepagata super comoda di poste italiane diventa la prima preda degli Hacker

Sono diverse le truffe che i Cybercriminali mettono in atto ogni giorno , attraverso le quali riescono a svuotare tutto il nostro credito. Scopriamo, quindi, alcuni esempi di truffa da cui stare alla larga:

  1. La prima truffa utilizzata dai malintenzionati riguarda il Phishing. Se vi è mai capitato di leggere altri dei nostri articoli inerenti a questo fenomeno, sapete bene che il Phishing è una vera e propria piaga di internet. Per chi non sapesse come funziona, invece, questo metodo di truffa colpisce la vittima tramite email. Ai mal capitati, infatti, viene inviata una finta mail, in cui l’Hacker si finge di essere un dipendente di poste italiane, dove ci viene chiesto di inserire i nostri dati all’interno di un sito fasullo di poste italiane. Per evitare quindi di subire questa truffa, sappiate che poste italiane non chiederà mai i vostri dati tramite email e che il sito ufficiale è solo ed esclusivamente poste.it o posteitaliane.it
  2. La seconda truffa, invece, avviene attraverso l’acquisto di merce online. Prima di acquistare qualcosa, infatti, è sempre buona norma leggere le recensioni che si trovano online riguarda al in cui andrete a fare acquisti e, cosa più importante, controllare sempre che nella sezione in cui dovrete inserire i dati della carta, il protocollo utilizzato è HTTPS. Per farlo basterà cliccare sulla barra degli url e leggere i primi caratteri che lo compongono.

Se quindi, un giorno, vi capiterà di imbattervi in truffe del genere, vi consigliamo di segnalarlo alla polizia postale attraverso il loro sito ufficiale www.commissariatodips.it