Quando parliamo di tecnologia, le dimensioni contano. La prima domanda da porsi riguarda la scala. Esiste una dimensione minima al di sotto della quale i costi per le unità di produzione sono troppo alti. Ad esempio, se realizzi solo 1.000 auto all’anno saranno costose.

Gli enormi impianti di produzione sono difficili da gestire. La gente pagherebbe di più per le navi da crociera più piccole e più intime di quanto non lo farebbe per gli hotel galleggianti del mercato di massa. Oppure, un’enorme centrale elettrica è una grande preoccupazione quando deve essere chiusa per manutenzione. Quello che succede è che ci sono punti in cui è possibile gestire meglio i rischi. Alcune tecnologie prosperano mentre altre altrettanto promettenti diventano vicoli ciechi.

Ci sono molte tecnologie che funzionano perfettamente ma non sono economiche. Altre tecnologie, invece, funzionano ma ci sono poche applicazioni: l’energia delle maree funziona, ma non ci sono molti luoghi appositi e un’apparecchiatura che può intrappolare l’acqua. Il discorso vale anche per una tecnologia collaudata e affidabile come l’energia idroelettrica, il mondo sta iniziando a esaurire i siti adatti alla diga – e, a proposito, questi progetti comportano costi ambientali che diventano evidenti solo anni dopo che sono stati completati.

La tecnologia è in continua evoluzione, ma le dimensioni hanno sempre un ruolo importante

Il miglior esempio di una tecnologia che funziona ma troppo costoso è l’energia nucleare. Se non fosse per l’intervento del governo, nessuno costruirebbe mai una centrale nucleare in nessuna parte del mondo. Si è dimostrato molto più difficile ridurre i costi di quanto chiunque avrebbe potuto immaginare negli anni ’50, quando Lewis L Strauss, il presidente della Commissione per l’energia atomica degli Stati Uniti, disse che l’energia nucleare avrebbe reso l’elettricità “troppo economica”.

Leggi anche:  Vulcani più pericolosi dei meteoriti, potrebbero eliminare l'uomo

D’altra parte ci sono tecnologie in cui i costi sono diminuiti più velocemente di quanto si aspettassero la maggior parte delle persone. C’è l’energia eolica, ora così a buon mercato che i sussidi non sono più necessari, anche se ci potrebbe volere un po’ di tempo prima che vengano eliminati. L’esempio più ovvio di ciò è la telefonia mobile. Potevi avere un telefono nella tua auto negli anni ’60, ma era costoso. Ora non più.

L’altro ovvio esempio di una tecnologia che rivoluzionerà le nostre vite è il costo in calo delle batterie. Il genio di Elon Musk fu di vedere che le batterie necessarie per un laptop potevano essere ridimensionate. È stato scritto così tanto su questo argomento, che l’unica cosa che vale la pena notare qui è che se i costi di stoccaggio dell’elettricità diminuiscono velocemente come sembra probabile, diventeranno possibili tutti i tipi di cose che non sono praticabili al momento – incluso l’aereo elettrico.