Conto arancioConto Arancio si trova momentaneamente in una situazione di leggera difficoltà, causata principalmente da una truffa perpetrata da malviventi per mezzo di conti correnti aperti con l’istituto di credito. Nella problematica che andremo ad esporvi, lo ricordiamo, l’azienda è completamente estranea, nonché essa stessa vittima del sistema.

Gli ultimi mesi sono stati di grande attenzione da parte della Banca d’Italia, sopratutto in seguito alle segnalazioni, da parte della Procura di Milano, di possibili falle nel sistema anti-riciclaggio di Conto Arancio.

Il problema nasce originariamente a causa dei soliti malviventi atti a truffare il prossimo con ogni mezzo a disposizione. Alcuni magistrati di paesi dell’Unione Europea hanno segnalato truffe su Airbnb e Amazon perpetrate da utenti con un conto aperto presso il suddetto istituto. La pratica è una delle più comuni, vendevano servizi sulle piattaforme facendosi pagare sul conto, sparendo senza fornire quanto di dovuto.

Leggi anche:  Conto Arancio blocca i nuovi conti correnti, Unicredit e BNL esultano

 

Conto Arancio: ecco il problema

Il problema, per Conto Arancio, risiede nella presenza di una falla nel sistema che monitora il riciclaggio del denaro, a tutti gli effetti avrebbe dovuto impedire una simile situazione segnalando a chi di dovere le attività sospette.

Su invito della Banca d’Italia l’azienda ha deciso di sospendere momentaneamente l’apertura di nuovi conti, “mettendo in atto le verifiche del caso in merito alle segnalazioni e riparando il prima possibile il problema nel sistema”.

Codacons, invece, ritiene che l’Antitrust debba intervenire per “bloccare le campagne promozionali online relative all’acquisizione di nuova clientela”. Ricordando e sottolineando l’estraneità di Conto Arancio dalla truffa citata nell’articolo, vogliamo tranquillizzare tutti i possessori di un conto corrente, i vostri dati sono perfettamente al sicuro (non correte alcun rischio).