conto arancio e ing bank

Nuove notizie negative sembrano star avvolgendo il settore degli istituti bancari ed in particolare l’Istituto ING Direct. Dopo i recenti blocchi imputati ad esso da Bankitalia, arrivano nuovi e possibili rincari per i clienti con attivo un conto Conto Arancio.

Per chi si fosse perso le ultime notizie, durante l’appena passato mese di Marzo, la Banca d’Italia ha deciso di imporre uno stop relativo all’apertura di nuovi conti correnti. Questa decisione è stata presa in seguito a dei problemi riscontrati con il sistema di anti riciclaggio e rimarrà in vigore fino a quando l’Istituto non si adeguerà alle norme attualmente vigenti.

Cosa implica tutto questo per i clienti Conto Arancio e ING?

Secondo quanto riportato dallo stesso sito dell’istituto bancario, è stato confermato che per i clienti ING, in generale, tutti i servizi rimangono disponibili e non subiscono alcuna modifica. In aggiunta a ciò, Altroconsumo afferma che “chi è già cliente può fare nuove richieste di prodotto: un correntista può chiedere ad esempio un mutuo o una nuova carta di credito”.

Nonostante ciò, è stato presupposto da Codacons che le tariffe ed i servizi offerti dalla banca potrebbero subire dei rincari. Sebbene non vi sia alcun segnale al momento, ING Direct (secondo quanto supposto da terzi) potrebbe optare di aumentare i canoni mensili per poter sanare i mancati introiti derivanti dal blocco imposto da Bankitalia. Benche queste idee possano avere un fondo, precisiamo nuovamente che ING non ha dichiarato e stabilito nulla a riguardo.

Per effettuare tale operazione, in tal caso, la direzione dovrà rispettare l’articolo 118 del Testo Unico Bancario e non potrà agire senza rispettare una prassi. Quest’ultima impone un preavviso ai clienti di due mesi e che il rincaro avvenga per giustificato motivo.