truffa ING conto arancioChi deciderà di aprire un nuovo Conto Arancio si ritroverà spalle al muro per una nuova truffa che impedisce di censire nuovi clienti. Ad avere la meglio sono le banche rivali e nella fattispecie Sanpaolo, Unicredit e BNL. Grazie alla nuova operazione di riciclaggio questi istituto guadagnano la fiducia degli utenti. Il veto per l’apertura di nuovi libretti è stato posto dopo la scioccante scoperta di un bug di sicurezza che ha messo in ginocchio Amazon ed Airbnb. Cosa succede? Scopriamo come stanno le cose.

 

Conto Arancio bloccato: nuovi conti inaccessibili per la truffa

Gli utenti Intesa Sanpaolo sono stati terrorizzati da un nuovo messaggio che ha promesso di bloccare carte e conti correnti ma è davvero nulla di fronte allo scandalo del gruppo olandese ING Bank. In queste ore si scopre un errore di sistema che ha permesso agli hacker stranieri di penetrare nei server italiani con conseguenze devastanti sui conti dei clienti.

La società – secondo quanto disposto dal resoconto delle indagini preliminari – dovrà quanto meno rispondere di mancata sicurezza e responsabilità amministrativa. Sicuramente non ne uscirà incolume, allo stesso modo di quanto avvenuto in un analogo episodio precedente in cui è stata chiamata a risarcire con il pagamento di una multa da ben 775 milioni di euro.

Leggi anche:  Conto arancio: addio nuovi conti correnti, Unicredit e BNL rubano i clienti

In un comunicato stampa rilasciato in via del tutto ufficiale dalla banca si legge:

“In stretta collaborazione e accordo con Banca d’Italia, Ing Italia sospenderà le attività di acquisizione di nuovi clienti durante il periodo necessario per approfondire i piani di miglioramento ” con l’autorità di vigilanza. Ing assicura inoltre” che continuerà a offrire pieno servizio ai clienti esistenti in Italia. Nei prossimi giorni Ing lavorerà con impegno per indirizzare le mancanze e risolvere le criticità identificate”.

In questo momento non è possibile acquisire nuovi clienti. Una volta identificate e gestite le vulnerabilità tutto tornerà alla normalità ed i conti saranno nuovamente disponibili.