spacex

Il giorno del pesce d’aprile si è rivelato tranquillo per Elon Musk e SpaceX. C’era stata la possibilità che la compagnia missilistica lanciasse i suoi due missili di nuova generazione lunedì, ma invece entrambi i test sono stati ritardati.

Nelle scorse settimane SpaceX ha lavorato per avviare un prototipo di “tramoggia” a motore singolo: il Raptor (precedentemente noto come BFR) nella sua sede di lancio a Boca Chica, in Texas. Dopo giorni passati a controllare il razzo la check-list, ecco finalmente qualcosa muoversi lunedì.

“Si vedeva un getto di vapore uscire dal fondo del razzo, ma senza fiamme” dice l’autore su CNET. Anche i video che sono stati diffusi online mostravano molte fiamme sul tappetino  lunedì sera.

 

Cosa è successo recentemente

Martedì mattina presto invece, Elon Musk ha dichiarato su Twitter che il primo test di un motore Raptor era stato rallentato da “alcune sfide con la formazione di ghiaccio” nel propellente criogenico.

Leggi anche:  Tesla Model S: ecco le ultime novità del modello TOP di Musk

Alcune sfide con la formazione di ghiaccio nel propellente criogenico prevale. Speriamo di superarlo presto.” Questo il tweet di Elon Musk.

Il video in primo piano del prototipo di un razzo ottenuto da un sito che si trova vicino South Padre Island.

Nel frattempo, un test antincendio programmato per il razzo Falcon Heavy di SpaceX è stato rimandato dal lunedì al mercoledì, secondo NASASpaceflight.com. L’ultima volta che abbiamo visto Heavy in azione (è fondamentalmente formato da tre razzi Falcon e uno stadio superiore legati insieme)  stava lanciando la Tesla rossa di Musk verso Marte.

Nonostante il ritardo del test, Heavy è ancora in attesa del suo primo lancio commerciale, domenica sera, quando porterà in orbita il satellite per le comunicazioni commerciali Arabsat 6A.