truffa conto arancio ing direct

Tutti i consumatori che sono intenzionati ad aprire un conto corrente Arancio sono costretti a rimanere in attesa; a quanto pare, la nota banca online ING è nel mirino della procura di Milano ed è protagonista di un’indagine per riciclaggio di denaro. La notizia fa presto a girare sul web e i consumatori non si limitano e difatti, molti sono i commenti negativi al riguardo; è proprio sole24ore ha riportare la notizia e definisce l’accusa a carico di ignoti.

Impossibile aprire un conto corrente arancio: ecco cosa è successo veramente

Il 15 Marzo 2019 la Banca d’Italia ha rivelato ufficialmente l’esito di un ispezione effettuata a ING Direct; l’ispezione a scoperto delle falle nel sistema antiriciclaggio e proprio Bankitalia ha ordinato ad ING di non aprire un conto corrente arancio a nessun consumatore.

A quanto dicono le notizie, alcuni hacker sono riusciti a violare la sicurezza attraverso un bug che gli ha garantito il completo accesso; senza ombra di dubbio, la società dovrà rispondere per la mancata sicurezza. Vi riportiamo, un comunicato ufficiale:

Leggi anche:  Unicredit, SanPaolo e BNL: truffa dei conti correnti creati con furto d'identità

In collaborazione con Banca d’Italia, abbiamo messo alla luce un accordo con cui ING Italia sospenderà temporaneamente le acquisizione di nuovi clienti per approfondire i piani di miglioramento; inoltre, ING Italia assicura che i clienti esistenti in Italia goderanno del miglior servizio e si impegnerà nei prossimi giorni, per lavorare alle mancanze e risolvere ogni criticità evidenziate.”

Come potete notare, ING Italia per il momento non potrà acquisire nuovi clienti e tutti i consumatori che hanno intenzione di aprire un conto corrente arancio, dovranno aspettare qualche notizia in più.